Lega Nord: "Basta lotte interne all'Amt. Sul filobus si pensi a cittadini e attività"

Il segretario Paolo Tosato interviene sulle vicende che stanno rallentando le procedure per l'inizio dei lavori. "La vera priorità è ridurre al minimo i disagi"

Il Progetto Filobus è al centro anche della politica veronese. Dopo l'annuncio dell'inizio dei lavori previsto per il 18 gennaio è arrivato il parere di incompatibilità di Carlo Alberto Voi per il ruolo di direttore dei lavori. Il Comune è fiducioso di sciogliere il nodo prima dell'apertura dei cantieri, ma intanto la Lega Nord interviene per voce del suo segretario cittadino Paolo Tosato.

"Appare assurdo che il Presidente Stefano Ederle e il consigliere comunale Vittorio Di Dio - scrive Tosato - abbiano chiesto un parere legale, a proprie spese e a titolo personale, con lo scopo di dimostrare l'incompatibilità del Direttore di Amt con il ruolo di Direttore dei Lavori del Filobus. Appare incomprensibile, poi, che questo parere ufficioso sia stato ritenuto attendibile e sufficiente per rallentare le procedure di inizio lavori del progetto".

Paolo Tosato consiglia ad Amt di concentrarsi sulle vere urgenze del Progetto Filobus che sono "programmare una cantierabilità dei lavori sostenibile per la città, approvare un documento di consegna lavori che dia garanzie ad Amt e al Comune, approvare un nuovo Piano Urbano del Traffico che prenda atto dei cambiamenti che il progetto Filobus provocherà sulla mobilità cittadina a partire dai quartieri maggiormente interessati dall'opera".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Bisogna ridurre al minimo i disagi per i cittadini e le attività economiche - conclude il segretario leghista - Questa è la vera sfida! Questa è la vera priorità! Sembra invece che prevalgano inutili, dannose e ormai insopportabili lotte interne all'Azienda. Da parte nostra confermiamo l'impegno a presentare emendamenti in Parlamento che consentano di utilizzare mezzi di 24 metri anche a Verona come accade in molte città europee e per il momento non è consentito dal codice della strada vigente in Italia. Sappiamo che altre forze politiche si stanno impegnando in tal senso e speriamo che il Governo ne prenda atto, trattandosi di una questione che interessa anche altre città".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Verona usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Partire da Verona: le info utili per come raggiungere l'aeroporto

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 10 al 12 luglio 2020

  • Perde il controllo della moto, esce di strada e muore sulla Transpolesana

  • Focolaio di Covid-19 a Verona: marito ricoverato e famiglia messa in quarantena

  • Omicidio Micaela Bicego, trovata mannaia nello zainetto della vittima

  • Morta tra le fiamme in auto dopo lo scontro: si indaga sulla dinamica

Torna su
VeronaSera è in caricamento