menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Verona, piazza Bra

Verona, piazza Bra

Il Veneto classificato a "rischio moderato": Rt inferiore a 1, ma si resta in zona arancione

Il colore della Regione Veneto e le relative restrizioni destinate a restare le stesse

Il Veneto resta in zona arancione, secondo quanto appreso dalll'Ansa. C'è però attesa per la comunicazione ufficiale da parte del ministro della Salute Roberto Speranza. Il Presidente del Veneto Luca Zaia aveva rilevato oggi, venerdì 22 gennaio, in conferenza stampa che i dati lasciavano ipotizzare anche un possibile ritorno in area gialla, tuttavia le indicazioni emerse nel monitoraggio della Cabina di regia avrebbero convinto il governo a non allentare le misure per il Veneto. Lo stesso Zaia aveva poi aggiunto in conferenza stampa che «in ogni caso accetteremo la decisione e le valutazioni dei tecnici». 

Scarica aggiornamento Covid-19 in Veneto

Zona gialla, arancione e rossa: attività sportiva fuori Comune, quando è consentito dal Dpcm 

Secondo quanto viene riportato nel monitoraggio di oggi il Veneto è nel novero delle 11 Regioni con una classificazione complessiva di "rischio moderato" e con un indice Rt=0,81. In Italia, nel complesso, secondo l'analisi della Cabina di regia «si osserva una lieve diminuzione dell’incidenza a livello nazionale negli ultimi 14 giorni (339,24 per 100.000 abitanti dal 4 gennaio 2021 al 17 gennaio 2021, contro i 368,75 per 100.000 abitanti dal 28 dicembre 2020 al 10 gennaio 2021, secondo i dati flusso ISS). Sebbene questa settimana il dato di incidenza settimanale non sia pienamente confrontabile con la settimana scorsa (estensione dal 15 gennaio 2021 della definizione di caso a test antigenici rapidi secondo i criteri definiti nella circolare dell’8 gennaio 2021), si evidenzia una diminuzione dell’incidenza, nonostante siano stati inclusi casi diagnosticati con solo test rapido antigenico».

Andare dal parrucchiere fuori dal proprio Comune in zona arancione. Le risposte ai dubbi dei lettori

Il monitoraggio della Cabina di Regia evidenzia inoltre che «l’incidenza è ancora lontana da livelli che permetterebbero il completo ripristino sull’intero territorio nazionale dell’identificazione dei casi e tracciamento dei loro contatti. Il servizio sanitario ha mostrato i primi segni di criticità quando il valore a livello nazionale ha superato i 50 casi per 100.000 in sette giorni e una criticità di tenuta dei servizi con incidenze elevate. Nella settimana di monitoraggio rimane molto alta l’incidenza nella Provincia Autonoma di Bolzano (309,54 per 100.000 dall’11 al 17 gennaio 2021)». 

Spostamento tra Comuni e sci alpinismo, Regione Veneto: «Si può pernottare in hotel»

Aggiornamento Covid-19 Veneto - 22 gennaio 2021 - Cabina di Regia

Aggiornamento Covid-19 Veneto - 22 gennaio 2021 - Cabina di Regia

Nel documento inviato dal ministero della Salute si legge inoltre che «questa settimana si osserva un miglioramento del livello generale del rischio, sebbene siano ancora nove le Regioni/Province Autonome a rischio alto secondo il DM del 30 aprile 2020 o ad alto rischio di progressione a rischio alto nelle prossime settimane. Complessivamente, sono quattro le Regioni/Province Autonome con una classificazione di rischio alto (contro le 11 della settimana precedente), 11 con rischio moderato (di cui cinque ad alto rischio di progressione a rischio alto nelle prossime settimane) e sei con rischio basso. Due Regioni/Province Autonome (Sicilia e Puglia) hanno un Rt puntuale maggiore di 1 anche nel limite inferiore, compatibile quindi con uno scenario di tipo 2. Le altre hanno un Rt puntuale compatibile con uno scenario tipo uno».

Faq governo: sì "rientro" seconda casa, ma solo per chi ce l'ha da prima del 14 gennaio 

L’epidemia resta dunque in una «fase delicata» ed un «nuovo rapido aumento nel numero di casi nelle prossime settimane è possibile», qualora non venissero mantenute rigorosamente «misure di mitigazione sia a livello nazionale che regionale». L’attuale quadro a livello nazionale «sottende infatti forti variazioni interregionali con alcune Regioni dove il numero assoluto dei ricoverati in area critica ed il relativo impatto, uniti all’elevata incidenza impongono comunque incisive misure restrittive». Il ministro della Salute Roberto Speranza ha così commentato l'esito dell'ultimo monitoraggio di venerdì 22 gennaio: «La sfida contro il virus è ancora dura. Ma questa settimana, in Italia, abbiamo nuovamente Rt sotto 1. È un risultato incoraggiante che ci dice che le misure prese durante le vacanze di Natale hanno funzionato. Dobbiamo continuare sulla strada della prudenza, - ha poi concluso il ministro Roberto Speranza - per resistere nelle prossime settimane e intensificare ancora la campagna di vaccinazione».

Dati indicatori Cabina di Regia 22 gennaio 2021

Dati indicatori Cabina di Regia 22 gennaio 2021

Allegati

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'ospedale di Negrar si aggiunge ai centri di vaccinazione anti-Covid

Politica

Da Verona parte la crociata contro Sanremo, Castagna: «È diventato Sodoma e Gomorra?»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento