rotate-mobile
Cronaca Centro storico / Via Abramo Massalongo

Torna la Dad a scuola con un caso positivo in classe. Il governo: «Solo chi va in isolamento»

Basterà «anche un singolo caso tra gli studenti e/o personale scolastico» per far scattare la quarantena dell'intera classe o gruppo di studenti. In serata le precisazioni del governo: «Solo chi va in isolamento farà didattica a distanza, la classe continua in presenza»

Sarà sufficiente un solo caso di soggetto positivo in una classe per far scattare la quarantena anche per tutti gli altri studenti. È quanto previsto nell'ultima circolare ministeriale siglata nella serata di lunedì 29 novembre ed il cui contenuto era stato anticipato da diverse agenzie di stampa. Dinanzi alla crescita dei contagi ed all'aumentato clima di incertezza dovuto anche alla presenza della variante Omicron in circolazione, in Italia parrebbe si vada verso una nuova "stretta" per quel che riguarda l'ambito dell'istruzione scolastica. Una prima interpretazione della circolare aveva lasciato intendere che per tutti gli studenti posti in quarantena sarebbe quindi scattata la didattica a distanza, mentre fonti di governo hanno invece più tardi spiegato che sarà diramata una nuova circolare di chiarimento tesa a sostenere che solo gli studenti in isolamento dovranno ricorrere alla Dad.

Il ministro dell'Istruzione al Job&Orienta: «Scuola è sicura, contagi molto limitati. Lavoriamo per evitare la Dad»

Ad ogni modo, nel testo della circolare di ieri a firma del direttore della Prevenzione del ministero della Salute Gianni Rezza e del capo dipartimento per le risorse umane, finanziarie e strumentali del ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca, Jacopo Greco, si legge: «Ultimamente si sta assistendo ad un aumento rapido e generalizzato del numero di nuovi casi di infezione da Sars-CoV-2, anche in età scolare, con una incidenza (casi/popolazione) settimanale ancora in crescita e pari a 125 per 100.000 abitanti (19/11/2021 – 25/11/2021): valore ben lontano dal quello ottimale di 50 per 100.000, utile per un corretto tracciamento dei casi». A fronte di tali considerazioni e dinanzi all'evoluzione del quadro complessivo epidemico in Italia, proseguiva la circolare, «si ritiene opportuno sospendere - provvisoriamente - il programma di "sorveglianza con testing" e di considerare la quarantena per tutti i soggetti contatto stretto di una classe/gruppo dove si è verificato anche un singolo caso tra gli studenti e/o personale scolastico». 

Scarica la Circolare del Miur - Scuola Covid - 29 novembre 2021

Associazione nazionale presidi: «Pandemia ben lontana dalla sua conclusione»

Antonello Giannelli, presidente dell'Associazione nazionale presidi, commentando la sospensione del Protocollo, ha detto: «Siamo stati "facili Cassandre", avevamo lanciato l’allarme già pochi giorni dopo la pubblicazione della nota congiunta Salute-Istruzione n. 1218 del 6 novembre scorso. Le scuole, nonostante le mille difficoltà e con uno smisurato carico di lavoro sulle spalle dei dirigenti e del personale, hanno retto. Lo stesso non possiamo dire dei dipartimenti di prevenzione che non sono riusciti sin da subito a garantire la tempistica dei testing e in molti casi non hanno applicato quelle procedure di tracciamento».

Amara la conclusione dello stesso presidente Antonello Giannelli: «Con l’aumento della pressione dovuta alla risalita dei casi le regole del protocollo sono saltate costringendo al ricorso alla Dad anche con un solo caso di positività in classe. La pandemia è ben lontana dalla sua conclusione e dobbiamo tutti collaborare per contrastarla, iniziando da una più completa vaccinazione di massa».

Il governo: «Nuova circolare in arrivo»

«Non ci sarà alcun ritorno in Dad in caso di presenza di un solo alunno contagiato». Lo hanno precisato alle agenzie in serata fonti di governo, spiegando che alla luce della situazione epidemiologica attuale e dopo i necessari approfondimenti, «continuano a valere le precedenti regole sulla quarantena in classe». A breve dovrebbe dunque essere pubblicata una ulteriore circolare esplicativa da parte del Ministero della Salute: «Solo chi va in isolamento farà didattica a distanza, la classe continua in presenza», sarebbe la nuova sintesi sul tema.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torna la Dad a scuola con un caso positivo in classe. Il governo: «Solo chi va in isolamento»

VeronaSera è in caricamento