Cronaca Borgo Roma / Piazzale Ludovico Antonio Scuro

Calano i ricoveri in intensiva negli ospedali veneti, stabili a Verona che conta però 5 morti

In calo anche le persone in isolamento domiciliare che sono 19.895 in tutto il Veneto (-169), di cui nella sola provincia di Verona 3.392, ben 576 soggetti in meno rispetto a prima

Coronavirus - ospedale

Stando agli ultimi dati forniti dalla Regione Veneto e aggiornati alle ore 8 di questa mattina, lunedì 30 marzo, i casi di soggetti rilevati positivi al coronavirus Sars-CoV-2 sul territorio regionale sono aumentati di 215 unità rispetto a ieri sera, arrivando così ad un totale di 8.724. Nella sola provincia di Verona si registra un incremento di +49 casi per un totale di 1.982 soggetti positivi rilevati. Due i dati più interessanti di oggi: il primo è il calo complessivo in Veneto delle terapie intensive. Si è infatti passati dai 360 ricoveri in intensiva di ieri sera agli attuali 356 (-4), mentre i ricoveri in area non critica passano dai 1.617 di ieri sera agli attuali 1.633 (+16). Altro dato significativo è il calo delle persone sottoposte all'isolamento domiciliare: alle ore 20 del 28 marzo erano segnalate 20.064 soggetti in isolamento tra positivi e relativi contatti, mentre alle ore 20 di domenica sera ne risultano 19.895 (-169). Nella sola provincia scaligera si è passati da 3.968 persone in isolamento agli attuali 3.392 soggetti (-576).

Nel complesso in Veneto i ricoveri ospedalieri sono passati dai 1.977 di ieri sera agli attuali 1.989 (+12), mentre nella sola provincia di Verona si contano oggi 593 ricoveri totali, un aumento di +11 che è esattamente la metà dei +22 ricoveri resgistrati ieri tra le ore 8 e le ore 17. Degli attuali 593 ricoveri, sono 480 quelli in area non critica (+11), mentre restano invariate le degenze in terapia intensiva ferme a quota 113.

Vero dato negativo di oggi per Verona, purtroppo, resta ancora una volta il numero di morti, con i 5 nuovi decessi all'ospedale di Borgo Roma che portano il computo totale delle vittime in terra veronese a quota 126. In totale in Veneto rispetto a ieri si sono registrati 11 nuovi decessi, per un totale aggiornato di 413 morti dal 21 febbraio scorso. I dimessi sono invece passati dai 740 di ieri sera, agli attuali 747 (+7).

Scendendo nel dettaglio dei ricoveri negli ospedali veronesi, troviamo in Borgo Roma 88 ricoveri in area non critica (+2) e 24 in terapia intensiva, mentre l'ospedale di Borgo Trento ospita 42 pazienti in area non critica (+2) e 34 in terapia intensiva. Il "Mater Salutis" di Legnago al momento accoglie 68 persone in area non critica (+3) e 8 in terapia intensiva (dato stabile), mentre restano invariati i ricoveri a San Bonifacio con 20 persone in area non critica e 6 in terapia intensiva. L'ospedale Covid di Villafranca vede poi salire a 121 i ricoveri in area non critica (+3), ma restano invariati quelli in terapia intensiva fermi a quota 20, così come immutati restato i ricoveri a Marzana con 20 persone in area non critica. Chiudono il quadro i 78 ricoveri in area non critica (+1) e i 10 in terapia intensiva (dato stabile) a Negrar, oltre ai 44 ricoveri in area non critica e gli 11 in terapia intensiva all'ospedale di Peschiera del Garda che conferma in entrambi i casi i dati di ieri sera.

(FONTE DATI REGIONE VENETO)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calano i ricoveri in intensiva negli ospedali veneti, stabili a Verona che conta però 5 morti

VeronaSera è in caricamento