Martedì, 26 Ottobre 2021
Politica Porto San Pancrazio / Lungadige Galtarossa, 11

Agsm, sit-in e volantinaggio di protesta. Benini: «Poca trasparenza»

Il capogruppo del Partito Democratico di Verona vuole conoscere a quanto ammontano le spese sostenute per le celebrazioni dei 120 anni dell'azienda

«Agsm, come spendi i nostri soldi?». Si è appeso questa domanda al collo il capogruppo del Partito Democratico di Verona Federico Benini in un sit-in improvvisato questa mattina, 2 gennaio, davanti alla sede di Agsm, in lungadige Galtarossa a Verona.

Benini ha protestato distribuendo volantini e accusando l'azienda guidata da Michele Croce di poca trasparenza. «Pretendo che siano forniti i dati relativi alle spese finora sostenute per le celebrazioni dei 120 anni di Agsm per cui ho formulato regolare accesso agli atti», ha dichiarato il capogruppo PD.
Il volantino distribuito da Benini si apre con la comunicazione ricevuta dal presidente del consiglio comunale Ciro Maschio sull'inadempienza di Agsm nel comunicare quanto richiesto dal consigliere comunale lo scorso novembre e più volte sollecitata. «Maschio ha presto rinunciato ad avere una risposta da Agsm, forse perché troppo preso dal suo doppio incarico di parlamentare e consigliere comunale - conclude Benini - Io esigo che Croce renda conto ai cittadini veronesi di come vengono gestiti i soldi delle bollette».

E il consigliere comunale si è anche detto «pronto a ricorrere a tutte le sedi giudiziali competenti per avere soddisfazione della mia legittima richiesta».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agsm, sit-in e volantinaggio di protesta. Benini: «Poca trasparenza»

VeronaSera è in caricamento