Sabato, 20 Luglio 2024
Cronaca Borgo Trento / Piazza Arsenale

Vasca dell'Arsenale rimessa in funzione. Amia: "Intervento necessario"

È stata ripristinata dopo il danneggiamento subito durante il nubifragio dell'estate scorsa. Miglioranzi: "Un'area utile ai veronesi che cercano un tregua dal grande caldo"

La vasca dell'Arsenale ha ripreso a funzionare. Lo ha comunicato oggi, 4 agosto, Amia che ha organizzato e gestito il cantiere per il ripristino della vasca danneggiata dal nubifragio dell'estate scorsa. L'acqua aveva allagato i locali tecnici; la parte elettrica era saltata, come anche le pompe e i dispositivi per il trattamento delle acque. Gli operatori hanno rifatto completamente gli impianti elettrici, per sostituire le pompe per il ricircolo dell'acqua e per sistemare l'impianto di trattamento.

La vasca è dotata di un sistema di ricircolo dell'acqua che viene trattata con prodotti anti-alga e cloro per evitare la formazione di mucillagini, che renderebbero scivoloso il fondo della vasca specialmente nel periodo estivo, quando le temperature sono più alte. Il sistema ha due pompe che lavorano a giorni alterni per garantire la maggiore durata delle parti meccaniche e ridurre l'usura. La vasca di contenimento da cui la pompa prende l'acqua è di 5 mila litri.

"Restituiamo alla città, - ha detto il sindaco Federico Sboarina - in una delle settimane più calde dell'anno, un luogo amato e molto frequentato da veronesi e turisti. Il nostro obiettivo è quello di fare di tutto per garantire la migliore qualità della vita dei cittadini".

"Torna a disposizione dei veronesi - ha spiegato l'assessore ai giardini Marco Padovani - una delle aree di ristoro più apprezzate. Un intervento che, con il riavvio del sistema di recupero e di ricircolo dell’acqua, ci consente, anche in presenza di periodo siccità, l'utilizzo regolare della vasca senza alcuno spreco idrico".

La fontana infatti non è toccata dell'ordinanza regionale sulla razionalizzazione dell'acqua, quindi potrà essere funzionante. E in questi giorni di grande caldo, questa è un'ottima notizia. Inoltre, è stato installato un impianto di allarme che avvisa in caso di anomalie nel funzionamento per evitare il ripetersi dell'incidente dovuto al maltempo.

La spesa dell'intervento è di circa 40 mila euro e se la sono suddivisa Comune di Verona e Amia.

"Questa è un’area molto frequentata da bambini, da famiglie, da turisti - ha spiega il presidente di Amia Andrea Miglioranzi - e soprattutto con questa canicola è diventata un punto di sfogo in città per il caldo. Era necessario ripristinare il funzionamento della vasca in modo da garantire ai cittadini veronesi un po’ di tregua dall’afa e dal grande caldo. Tengo a sottolineare che la manutenzione ordinaria e la pulizia delle fontane dislocate sul territorio comunale avviene con cadenza quindicinale e le criticità segnalate vengono prontamente superate e risolte. Curare al meglio il bene pubblico significa utilità e benefici per tutti, turisti compresi" 

"Grazie alla sinergia fra Amia e Comune - ha concluso il direttore di Amia Maurizio Alfeo - abbiamo restituito alla città questa fontana, utilizzatissima nel periodo estivo, che si colloca in uno dei posti più affascinanti di Verona, a due passi da Castelvecchio. Le aree come questa dell’Arsenale sono un punto d’incontro e di aggregazione per tutti i cittadini, perciò per queste attività di sistemazione e manutenzione prestiamo particolare attenzione e mettiamo grande impegno. Valorizzare il paesaggio, garantirne la sicurezza e il controllo costante è una soddisfazione per tutti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vasca dell'Arsenale rimessa in funzione. Amia: "Intervento necessario"
VeronaSera è in caricamento