menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Crisi idrica, chiuse le fontane ornamentali. L'invito a tutti è di evitare sprechi

La Regione Veneto ha confermato lo stato di crisi idrica fino al 15 luglio, una situazione che mette a rischio l'approvvigionamento irriguo ma anche idropotabile

La Regione Veneto ha confermato lo stato di crisi idrica fino al 15 luglio. Per fronteggiare tale situazione, oltre alla riduzione nei valori massimi delle portate derivate dal fiume Adige ed altri interventi limitativi dei prelievi di altri bacini idrografici, è stabilita la chiusura delle fontane a getto continuo per uso ornamentale. In caso di mancato rispetto della disposizione si procederà all'esecuzione d'ufficio a spese dell'inadempiente. I cittadini sono inoltre invitati ad un uso accorto delle risorse idriche, evitando inutili sprechi.

Nel territorio regionale da alcuni mesi è presente una condizione di deficit idrico generalizzato rispetto ai valori medi stagionali, per quanto riguarda il manto nevoso, gli invasi, le precipitazioni, le portate ed i livelli freatimetrici. In particolar modo la situazione di carenza di disponibilità idrica nel fiume Adige mette a rischio l'approvvigionamento irriguo ed in prospettiva anche idropotabile nelle zone servite da acquedotti con prelievi dal fiume stesso.

Lo stato di crisi idrica potrà essere confermato ulteriormente dalla Regione Veneto in relazione all’andamento meteorologico.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento