rotate-mobile
Venerdì, 3 Febbraio 2023
Politica Centro storico / Piazza Bra

Bozza: «Pestaggi, furti e vandalismo. Per la sicurezza serve piano di emergenza»

Il consigliere comunale e regionale di Forza chiede che il Comune di Verona assuma nuovi agenti di polizia locale, installi telecamere intelligenti e favorisca la collaborazione tra forze dell'ordine e vigilanza privata

Un piano sulla sicurezza cittadina che includa un potenziamento della polizia locale, telecamere intelligenti e una maggiore cooperazione tra forze dell'ordine e vigilanza privata. È quello che chiede per Verona il consigliere regionale e comunale Alberto Bozza, dopo l'aggressione subita da uno studente 26enne in Borgo Roma sabato scorso, 21 gennaio. «Da quasi tre anni denuncio l'irrefrenabile escalation di insicurezza che c'è in città - ha commentato Bozza - I fatti di cronaca non si contano più tra aggressioni, pestaggi, furti, atti vandalici nei quartieri e in centro storico. Non sono più solo episodi, c’è un fenomeno in atto tra bande e baby gang».

Bozza, infatti, ha ricordato che prima del pestaggio di sabato scorso c'era stato quello contro un cameriere in Piazza Viviani. E ancora prima, ad ottobre, il giovane rapinato all'Arsenale. «E tutti ci ricordiamo delle aggressioni in pieno giorno tra Via Roma, Gran Guardia e Piazzetta Pradaval nei mesi scorsi - ha aggiunto il consigliere di Forza Italia - Nel frattempo non si contano gli atti vandalici nei quartieri contro auto e motorini, gli ultimi in Borgo Trento e poi ancora in Borgo Roma. Oppure i furti: sono stati derubati anche gli ambulanti dei mercatini di Santa Lucia».

«Le istituzioni sono chiamate a varare un piano di emergenza», ha concluso Bozza, il quale ha proposto: «Il Comune deve utilizzare una parte degli avanzi di bilancio da decine di milioni di euro degli ultimi esercizi, per sviluppare un grande piano di investimento in sicurezza. Siano installati sistemi moderni di videosorveglianza, collegati a una control room che monitori e permetta alle forze dell'ordine di intervenire in tempo reale. Ci sono infatti molte zone prive persino di normali telecamere. Sia poi assunto nuovo personale di polizia locale e sia sviluppata una migliore collaborazione con la Prefettura per ottenere un capillare e costante presidio del territorio. Si provveda infine a un intensivo programma di illuminazione di strade e parchi. Oggi molti luoghi della città sono bui o male illuminati. E ci si avvalga anche della vigilanza privata».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bozza: «Pestaggi, furti e vandalismo. Per la sicurezza serve piano di emergenza»

VeronaSera è in caricamento