Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Borgo Trento / Via Marsala

"Sono venuto per spaccarti la testa". Geometra aggredito a causa di un vecchio processo

La vittima della violenza, titolare di un'agenzia immobiliare, è stato brutalmente picchiato da uno "sgherro" inviatogli dalla parte avversa di una causa in cui anni fa aveva testimoniato

Continuano i casi di aggressione in provincia: dopo la recente rissa finita a pugnalate e l'agguato razzista contro alcuni imprenditori giapponesi diretti a Vinitaly, arriva la notizia di un nuovo episodio di violenza, questa volta ai danni di un geometra che lavora in Valdonega. La storia è ancora fumosa, e sul caso indagano le autorità, ma sembra che dietro al pestaggio si celi un regolamento di conti.

AGGUATO IN AGENZIA – La vittima dell'aggressione, un geometra di 64 anni, è una persona schiva e riservata, poco conosciuta dai vicini e persino dai suoi rivali in affari. Si era recato nella sua agenzia immobiliare ieri mattina, per sbrigare alcuni lavori, quando ha avuto luogo l'episodio. In realtà il professionista scaligero non aveva l'abitudine di aprire spesso il suo esercizio, forse preferendo lavorare tramite internet. Ieri, però, la brutta sorpresa è arrivata proprio mentre si trovava in ufficio. Un uomo è entrato dalla porta di via Marsala e l'ha brutalmente aggredito, causandogli numerose lesioni alla testa, suturate poi al pronto soccorso con diversi punti.

CONTI IN SOSPESO – Stando a quanto racconta la stessa vittima, il suo aggressore è entrato nell'agenzia ed ha annunciato immediatamente le sue intenzioni: era lì per “spaccargli la testa” e lo faceva per conto di qualcuno che con il geometra aveva un conto in sospeso. Il titolare dell'immobiliare, sempre stando a quanto ha raccontato lui stesso, anni fa ha testimoniato in una causa per lavori edili e sarebbe stata proprio la parte avversa di quel vecchio processo ad aver “commissionato” il pestaggio. L'aggressore è saltato addosso al 64enne e l'ha colpito ripetutamente con quello che si presume essere un piccolo manganello, lasciandolo stordito e sanguinante sul pavimento. Il geometra è corso a farsi curare in pronto soccorso e poi dai carabinieri a sporgere denuncia: la speranza ora è che proprio la dichiarazione dell'aggressore porti ad una rapida identificazione dei colpevoli.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Sono venuto per spaccarti la testa". Geometra aggredito a causa di un vecchio processo

VeronaSera è in caricamento