Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca

Aggredisce l'amico con lo spray al peperoncino e poi lo pugnala: immigrato finisce in manette

Stando a quando scoperto dai carabinieri di Verona un ragazzo straniero di 28 anni, ospitato da un suo connazionale, si era messo a discutere con lui per motivi economici, finché la lite non è degenerata

Era andato in ospedale per farsi medicare poiché le coltellate che gli avevano procurato una ferita penetrante da taglio alla regione posteriore della coscia sinistra e alcune ferite superficiali al dorso della mano sinistra non potevano essere trascurate. La versione data da un rumeno di 31 anni ai medici e ai carabinieri però non aveva convinto in quanto l’aggressione non era servita a perpetrare una rapina né si erano verificati episodi simili in Valpantena, tali da far pensare che l’autore dell’anomala aggressione potesse essere uno squilibrato.

VERONA INSANGUINATA: GLI ULTIMI EPISODI

UN AMICO VIOLENTO - A conclusione di indagini condotte dai carabinieri della compagnia di Verona è stato deferito in stato di libertà per lesione personale aggravata un amico dell’aggredito. Il ragazzo di 28 anni dopo aver avuto ospitalità dalla vittima, al culmine di una lite scaturita per motivi economici ha aggredito la vittima con uno spray al peperoncino e un coltello, entrambi sequestrati dai militari dell’Arma. Ora il 28enne, anch’egli rumeno, è accusato di lesione personale aggravata.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggredisce l'amico con lo spray al peperoncino e poi lo pugnala: immigrato finisce in manette

VeronaSera è in caricamento