Test sierologici anticorpi virus nelle Case di Riposo e RSA a Negrar: nessun ospite positivo

I 293 ospiti delle strutture della "Cittadella della Carità" di Negrar sono stati sottoposti ai test rapidi per la ricerca degli anticorpi. Il risultato è stato confermato anche dai tamponi su un campione rappresentativo di 90 ospiti: «I risultati dei test rapidi e tamponi ci confortano»

Casa di riposo a Negrar

Secondo quanto si apprende da una nota stampa, «tutti gli ospiti delle Case di Riposo e delle Rsa della "Cittadella della Carità" di Negrar (Verona), insieme di strutture di cui fa parte anche l'IRCCS Ospedale Sacro Cuore Don Calabria, sono negativi al Sars CoV2. Ad attestarlo sono i test sierologici rapidi per la ricerca degli anticorpi anti Covid-19  a cui sono stati sottoposti i 293 ospiti, anziani e disabili, residenti nell'area-socio sanitaria». Nonostante il risultato del tutto buono, per maggior sicurezza la direzione ha commissionato al biostatistico Massimo Guerriero un'indagine campionaria, cioè è stato creato un campione statisticamente rappresentativo degli ospiti delle strutture (90 soggetti) ed è stato sottoposto al tampone. Il risultato dei test sierologici, secondo quanto si apprende, è stato confermato anche dall'analisi molecolare sui tamponi. L'indagine tramite tamponi sarà allargata nei prossimi giorni anche ai restanti ospiti.

«Fin dall'inizio della pandemia siamo stati particolarmente accorti nei confronti nostra area socio-sanitaria, proprio per la tipologia degli ospiti, pazienti fragili per età e gravi patologie. I risultati emersi dai test rapidi e dai tamponi ci confortano molto, confermando la strategia che abbiamo impostato e che ci ha portato ad oggi ad non avere ospiti positivi al virus e nessun decesso. La Cittadella della Carità ha una direzione unica - afferma l'amministratore delegato, Mario Piccinini - pertanto l'area socio-sanitaria è stata considerata alla stregua di un reparto dell'Ospedale Sacro Cuore Don Calabria: è stata attivata fin da subito la formazione del personale, messi a disposizione di tutti gli operatori i dispositivi di protezione, disposti i tamponi per il personale e per gli ospiti che verranno ripetuti periodicamente come previsto anche dalle disposizioni regionali; interrotte le visite dei familiari, con i quali gli ospiti hanno mantenuto il contatto tramite video-chiamate. La guardia rimane sempre alta, ma l'approccio ospedaliero alle Case di riposo e alle RSA, si conferma il miglior metodo preventivo in caso di pandemia».

La Cittadella della Carità comprende oltre all'ospedale, Casa Nogarè (Centro servizi anziani autosufficienti e non autosufficienti, Residenza Sanitaria Assistenziale e Speciale Unità di Accoglienza per Stati Vegetativi Permanenti), Casa Fr. Perez (Centro Servizi per adulti e anziani non autosufficienti con problemi psichiatrici e sociali cronici) e Casa Clero (Centro Servizi per religiosi anziani non autosufficienti).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

casa riposo negrar Nogarè

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dal reparto Covid-19 di Borgo Trento: «Sappiamo cosa ci aspetta per i prossimi mesi»

  • Quanta acqua devo bere al giorno? Ecco quello che non sapevi

  • Usa foto di un 15enne morto per adescare 13enne. Scoperto da Le Iene

  • Neonato abbandonato a notte fonda sul ciglio della strada a Verona

  • Sono due trentenni in grave difficoltà economica i genitori del bimbo abbandonato a Verona

  • Un morto ed un ferito per un incidente motociclistico a Caprino Veronese

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento