Attualità

Coronavirus, nuovi casi positivi a Verona ma rallentano ricoveri e decessi

Tra sabato e domenica sono 121 i nuovi tamponi positivi al Covid-19 registrati nella provincia scaligera. Nello stesso lasso di tempo, una sola persona ha perso la vita mentre è sceso a 586 il numero di pazienti ospedalieri

Immagine generica

Altri 280 tamponi positivi al Covid-19 sono stati registrati in Veneto, secondo l'aggiornamento delle ore 8 del 5 aprile diffuso dalla Regione. In tutto dunque i casi hanno raggiunto quota 11226, 9650 attualmente positivi, mentre sono saliti a 631 i decessi (ospedalieri ed extra ospedalieri, 7 in più rispetto a sabato) di persone contagiate e a 945 i soggetti negativizzati (dato che potrebbe risultare sottostimato per la necessità di garantire prioritariamente il test ai soggetti sintomatici). Il numero degli individui in isolamento domiciliare invece è sceso a 19987, 71 in meno rispetto al dato delle ore del 4 aprile. 
Rispetto al tardo pomeriggio di sabato, la zona di Verona ha visto cresce il numero dei tamponi positivi al coronavirus di 121 unità, per una cifra complessiva di 2688. Il totale dei decessi resta purtroppo il più alto del Veneto, con 190 persone risultate positive che hanno perso la vita, nonostante nelle ultime ore sia stato segnalato solamente un paziente deceduto all'ospedale di Legnago. Il numero dei negativizzati nel frattempo è salito a 98, mentre il numero degli individui in isolamento domiciliare è sceso a 2507. 

Tabella 1-4

Prosegue il calo delle persone ricoverate negli ospedali del Veneto, che attualmente ospitano 1892 pazienti, 1563 (-9 rispetto a sabato) in area non critica e 329 (+2) in terapia intensiva. A questi inoltre vanno aggiunti i 111 individui presenti in strutture territoriali dopo essere stati trasferiti da ospedali per pazienti acuti. 
Nella provincia scaligera il numero di persone costrette alle cure ospedaliere è sceso a 586 (-13), dei quali 482 (-15) in area non critica e 104 (+2) in terapia intensiva. Questi i dati realitivi ai singoli ospedali: a borgo Roma 72 (-3) pazienti sono ricoverati in area non critica e 34 (dato stabile) sono in terapia intensiva; a borgo Trento 34 (dato stabile) pazienti sono ricoverati in area non critica e 31 (dato stabile) sono in terapia intensiva; a Legnago 65 (-2) pazienti sono ricoverati in area non critica e 7 (+2) sono in terapia intensiva; a San Bonifacio 27 (dato stabile) pazienti sono ricoverati in area non critica e 7 (dato stabile) sono in terapia intensiva; a Villafranca (ospedale veronese per il Covid-19) 109 (-3) pazienti sono ricoverati in area non critica e 16 (dato stabile) sono in terapia intensiva; a Marzana 47 (dato stabile) pazienti sono ricoverati in area non critica; a Negrar 82 (-3) pazienti sono ricoverati in area non critica e 10 (dato stabile) sono in terapia intensiva; a Peschiera 46 (-4) pazienti sono ricoverati in area non critica e 12 (dato stabile) sono in terapia intensiva. 
Dei 584 decessi avvenuti negli ospedali del Veneto, 183 si sono verificati nel Veronese. 1175 invece i pazienti dimessi in Regione, 275 dei quali nella zona scaligera, 23 in più rispetto alle ore 8 del 4 aprile

Tabella 2-2-4
Tabella 3-3

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, nuovi casi positivi a Verona ma rallentano ricoveri e decessi

VeronaSera è in caricamento