rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Attualità Borgo Roma / Via Luigi Pasteur

Attivato in Borgo Roma a Verona il nuovo centro tamponi drive-in: non serve la prenotazione

Giorni, orari di apertura e informazioni utili per accedere al nuovo centro tamponi Covid, il sindaco: «Con l’obbligo del green pass ci sono migliaia di lavoratori che hanno bisogno di fare il tampone per poter lavorare. Mettiamo in campo tutte le risorse possibili»

Attivo da oggi un nuovo centro tamponi drive-in in Borgo Roma. Da questa mattina, venerdì 15 ottobre, in via Pasteur a Borgo Roma, è operativa una ulteriore postazione dove fare i test rapidi, direttamente dalla macchina. Un’area facilmente raggiungibile dalle principali arterie stradali di Verona Sud, allestita in poche ore per andare incontro alle esigenze dei cittadini e dei lavoratori. È scattato, infatti, l’obbligo di green pass per accedere ai luoghi di lavoro.

Il centro tamponi sarà aperto tutti i giorni della settimana, sabato e domenica compresi, dalle ore 7 alle 19. La nota del Comune di Verona specifica che «non serve prenotazione». Il costo del test è quello «calmierato previsto dalla Regione Veneto, 15 euro per gli adulti, 8 per i minori». A gestire la postazione è Croce Europa, con una ventina di infermieri e amministrativi, oltre a qualche volontario. Gli utenti dopo aver fatto il test, aspettano 10-15 minuti in macchina, dopodiché viene rilasciato l’esito. Se il tampone è negativo viene attivato il green pass valido 48 ore.

Punto tamponi covid verona borgo roma - sboarina sindaco-2

Un lavoro di squadra quello messo in piedi dall’Amministrazione comunale. La Quinta circoscrizione, infatti, ha trovato il luogo più idoneo, un parcheggio ben visibile ma la cui occupazione temporanea non crea problemi al quartiere. Megareti ha realizzato tutti gli allacciamenti necessari. Questa mattina, sul posto, il sindaco Federico Sboarina si è accertato della messa in funzione e dell’operatività del centro tamponi. Mentre arrivavano le prime macchine e i primi utenti. Presenti anche il direttore dei servizi Socio sanitari dell'Ulss9 Raffaele Grottola, il presidente della Quinta circoscrizione Raimondo Dilara, il rappresentante di Croce Europa Enrico Sgreva e il presidente di Megareti Alessandro Montagna.

«Mettiamo in campo tutte le risorse possibili per dare risposte immediate alla cittadinanza - ha detto Sboarina -. Con l’obbligo del green pass ci sono migliaia di lavoratori che hanno bisogno di fare il tampone per poter lavorare. Si stima che tra città e provincia siano 70-80 mila i veronesi sprovvisti della certificazione verde, a fronte di una capacità di 30 mila tamponi ogni 48 ore. Va aumentato il numero di test giornalieri. Ecco perché ho dato la piena disponibilità all’Ulss 9 di spazi e strutture, siamo pronti a supportare il territorio».

«Questo centro tamponi da oggi sarà attivo tutti i giorni – ha aggiunto Sgreva -, in un punto strategico della città, comodo per i cittadini che lo devono raggiungere in auto».

«Ringraziamo il Comune e la macchina organizzativa – ha affermato Grottola -, in pochissimo tempo è stata allestita una ulteriore postazione per aumentare la capacità di tamponi sul territorio». 

Gallery

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Attivato in Borgo Roma a Verona il nuovo centro tamponi drive-in: non serve la prenotazione

VeronaSera è in caricamento