Verona Sud, centri commerciali e traffico. "Viale del Lavoro a rischio tenuta"

Il cantiere di Adigeo procede così veloce che il nuovo centro commerciale potrebbe aprire prima del Vinitaly, ma è difficile immaginare cosa accadrà al traffico. Critiche di PD e Verona Piazza Pulita

Doveva aprire nella primavera del 2017 e in primavera aprirà, fornendo tanti nuovi posti di lavoro. È il centro commerciale Adigeo, che nascerà nelle ex officine Adige e i cui lavori procedono a ritmo talmente spedito che l'apertura prevista ad aprile potrebbe essere anticipata a fine marzo. Mancherebbero però le opere stradali previste per sistemare un traffico prevedibilmente più denso in seguito all'apertura del centro commerciale. E l'apertura anticiperebbe di poco il Vinitaly, manifestazione che ogni anno aumenta a dismissura il flusso veicolare in Zai. "È evidente la preoccupazione per la tenuta viabilistica dell’asse di viale del Lavoro che a breve verrà sottoposto all’ulteriore pressione indotta dal nuovo ipermercato Esselunga - scrive il capogruppo PD Luigi Ugoli - Una situazione difficile che rischia di scaricare sui quartieri di Verona Sud le mancanze dell'amministrazione sotto l’aspetto della programmazione, e che probabilmente finirà per richiedere correttivi che in parte assorbiranno i vantaggi economici attesi dai nuovi insediamenti".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"L'idea di aprire il nuovo centro commerciale Adigeo prima di aver completato le opere viarie previste per convenzione era stata oggetto di una specifica richiesta respinta da tutti gli uffici comunali con la notevole eccezione della sola direzione mobilità e traffico, per la quale sarebbe stato sufficiente un piano segnaletico provvisorio che indirizzi agli svincoli dell'Alpo e di Strada La Rizza - aggiunge il capogruppo di Verona Piazza Pulita Michele Bertucco - Ancor più notevole è l'assenza di un qualsiasi tipo di pianificazione viabilistica sulla zona validata dal Comune di Verona. Allo stato l’unico piano del traffico esistente sull’area di Verona Sud è quello commissionato a suo tempo dalla Fiera ad uno studio privato che parlava di un carico aggiuntivo di 170 mila spostamenti giornalieri, pari a 200 mila persone, con 19 mila veicoli in transito nelle ore di punta. Lo studio viabilistico che per legge la proprietà di Adigeo ha dovuto realizzare, dichiara la sostenibilità degli interventi mettendo in conto opere viabilistiche, come il ribaltamento del casello di Verona Sud e il casello autostradale dedicato per l’aeroporto Catullo, che sono state già cancellate o fortemente ridimensionate e che comunque non sono più all’ordine del giorno già da qualche anno. Il dato di fatto nudo e crudo è dunque che nessuno sa od osa immaginare cosa accadrà ai già martoriati quartieri di Verona Sud con l’entrata a regime di tutte le aree commerciali previste".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Verona usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come si è sviluppato il nuovo focolaio in Veneto che tocca da vicino anche Verona?

  • Nuovo focolaio di Covid-19 nel Vicentino, al confine con Verona e Padova

  • Maltempo atteso a Verona: il Comune invita i cittadini a limitare gli spostamenti

  • Auto in fiamme dopo lo scontro con un autocarro: morta una donna

  • Morto in A22 a 37 anni: scoppiate le gomme posteriori, il furgone è diventato incontrollabile

  • Citrobacter, destino segnato per una bimba infettata a Borgo Trento

Torna su
VeronaSera è in caricamento