rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Politica

Progetto per Verona Sud, scettico Bertucco: «È un cane che si morde la coda»

Il consigliere comunale di Verona e Sinistra in Comune ha usato parole poco entusiasmanti per descrivere il progetto presentato nei giorni scorsi dall'amministrazione

«Stendiamo un velo pietoso sulla cosiddetta ¨piazza ipogea¨ sovrastata da una rotatoria autostradale: se è da questi particolari che si giudica l’attenzione alla sostenibilità della città siamo proprio messi male…». 

A dirlo è Michele Bertucco, consigliere comunale di Verona e Sinistra in Comune, che commenta così il progetto presentato nei giorni scorsi dall'amministrazione comunale per cambiare la viabilità di Verona Sud. 
«Sulla tanto sbandierata riduzione del 60% del traffico al casello di Verona Sud, che verrà appunto sdoppiato, va detto invece che siamo di fronte al solito giochino di tre carte, che si chiama anche trucco, presa in giro: via Morgagni, Strada della Genovesa, e tutte le altre vie sulle quali il progetto dell’A4 ha intenzione di scaricare il traffico automobilistico in entrata nella città e diretto in centro storico, non sono infatti lande desolate, ma strade in gran parte già massimamente caricate nelle ore di punta. Lo stesso collegamento con la tangenziale è la scoperta dell’acqua calda, visto che in precisi orari la tangenziale Sud cumula code proprio in corrispondenza di Verona Sud. È insomma un cane che si morsica la coda, chi ha redatto il progetto sembra non sia mai passato da Verona nemmeno per vedere l'Arena, ed è triste assistere ad un Sindaco, che dovrebbe fare gli interessi della città, annuire e battere le mani ad ogni panzana o bidone che ci rifilano…»

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Progetto per Verona Sud, scettico Bertucco: «È un cane che si morde la coda»

VeronaSera è in caricamento