Politica Centro storico / Via Abramo Massalongo

L'appello per un rientro a scuola senza più Dad. «Gli insegnanti devono vaccinarsi, si valuti anche l'obbligo»

«Le lezioni devono essere in presenza e in sicurezza, perciò l’unica soluzione è il vaccino», dichiara la consigliera regionale in Veneto del Pd Anna Maria Bigon

Scuola - Covid

«Le lezioni devono essere in presenza e in sicurezza, perciò l’unica soluzione è il vaccino. Gli insegnanti vanno immunizzati prima del rientro in classe, valutando anche l’ipotesi dell’obbligo; non possiamo rischiare un ritorno alla Dad». Questa la posizione di Anna Maria Bigon, consigliera del Partito Democratico a Palazzo Ferro Fini, alla vigilia dell’incontro tra Governo e Regioni in programma domani.

«Adesso occorre dare la priorità a professori e studenti per quanto riguarda le somministrazioni. - spiega la stessa cosigliera regioale del Pd - Ed è bene accelerare per non arrivare impreparati a settembre. In Veneto l’80% del corpo docente è vaccinato, ma questa percentuale va alzata ulteriormente e se la campagna di informazione e sensibilizzazione non dovesse bastare, allora è giusto inserire l’obbligo affinché sia raggiunta l’immunità di gregge; alzare un muro come ha fatto l’assessore Donazzan è sbagliato«.

Anna Maria Bigon 2021 2

Anna Maria Bigon

L'appello di Anna Maria Bigon è dunque quello di «scongiurare una nuova chiusura delle scuole e il ritorno della didattica a distanza, che ha già fatto troppi danni ai nostri ragazzi, non solo per l’apprendimento, allargando le disuguaglianze: in un anno e mezzo i casi di ansia e depressione tra gli adolescenti sono fortemente aumentata». In tal senso, la stessa Bigon invita la Regione Veneto ad assumere «psicologi ed educatori da inserire nelle scuole», muovendosi anche perché vengano attivati «dei percorsi di sostegno rivolti in primis agli studenti, ma anche agli insegnanti».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'appello per un rientro a scuola senza più Dad. «Gli insegnanti devono vaccinarsi, si valuti anche l'obbligo»

VeronaSera è in caricamento