Fallimento Mercatone Uno, nuovo tavolo in Regione per tutelare i dipendenti

Dopo due incontri al Ministero dello sviluppo economico (Mise), giovedì 6 giugno, la Regione Veneto ha convocato sindacati, fornitori, associazioni dei consumatori e i rappresentanti dei Comuni veneti interessanti, tra cui Legnago

Il Mercatone Uno di Legnago (Foto Gmaps)

Dopo due incontri interlocutori a Roma, nella sede del Ministero dello sviluppo economico (Mise), un nuovo tavolo è stato organizzato per giovedì prossimo, 6 giugno, alle 14.30 nella Direzione Lavoro della Regione Veneto, a Venezia. Ad annunciarlo è stato l'assessore regionale al lavoro Elena Donazzan e al centro ci sarà sempre la situazione dei lavoratori di Mercatone Uno, azienda fallita senza preavviso e che solo in provincia di Verona lascerebbe senza lavoro 37 dipendenti. «Siamo stati tra i primi ad attivarci per conoscere e fronteggiare questa emergenza - ha sottolineato l'assessore - e vogliamo coinvolgere tutte le parti territoriali per individuare insieme le soluzioni al fine rendere meno traumatica possibile questa criticità economica e occupazionale. Renderemo noti gli esiti dei due incontri di Roma e ai quali è sempre stata presente la nostra unità di crisi».

All'incontro di giovedì prossimo sono stati invitati i rappresentanti dei Comuni veneti nel cui territorio hanno sede i punti vendita di Mercatone Uno. Nel Veronese, di questi punti vendita ce n'è solo uno, a San Pietro di Legnago. Oltre ai rappresentanti dei Comuni, ci saranno anche le organizzazioni sindacali e le associazioni dei consumatori e dei fornitori. «Ci sono troppe zone d'ombra in questa vicenda - ha concluso Donazzan - e i segnali che ci erano pervenuti da alcune aziende venete creditrici di Mercatone Uno si sono poi, purtroppo, confermati. Saremo molto presenti sui tavoli del Ministero, a cui chiediamo il massimo dellìattenzione e della trasparenza nelle relazioni».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Intanto, il caso Mercatone Uno è diventato oggetto anche di attacchi politici, rivolti al ministro Luigi Di Maio dal Partito Democratico. I deputati veronesi Alessia Rotta e Diego Zardini hanno dato dell'incompetente a Di Maio perché «non ha vigilato sul mancato rilancio e sui mancati investimenti, ma ora non sta neppure utilizzando tutti gli strumenti necessari per salvaguardare i posti di lavoro. Ora Di Maio la smetta di piangersi addosso per i risultati elettorali, che sono tali anche per la sua dimostrata incompetenza a governare, e inizi a occuparsi di ciò per cui è pagato dagli italiani».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma familiare a Bardolino: «Vado al porto per farla finita», il biglietto trovato dal figlio 

  • Indagine nazionale di sieroprevalenza al coronavirus: ecco i Comuni veronesi coinvolti

  • Provincia baciata dalla fortuna al SuperEnalotto: vinti oltre 40 mila euro

  • «Alleanza contro Covid-19», i primi frutti delle ricerche fatte a Verona

  • Gardaland annuncia la data della riapertura ufficiale: attrazioni all'aperto tutte disponibili

  • La «protesta silente» che rischia di passare sotto silenzio andata in scena anche a Verona

Torna su
VeronaSera è in caricamento