Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca Centro storico / Corso Cavour

Tentata rapina ad un rappresentante orafo in corso Cavour: in manette anche il complice

Il 21 gennaio due persone cercarono di derubare un commerciante dei suoi diamanti ma la pronta reazione della vittima e il tempestivo intervento dei carabinieri mandò il colpo in fumo e provocò il primo arresto

Insieme ad un complice provò a rapinare un rappresentante orafo il 21 gennaio in corso Cavour e ora anche lui è finito in manette. Le indagini condotte dai carabinieri di Verona, sono partite dal primo uomo arrestato, di origini messicane, dopo la rapina: l'analisi dei tabulati telefonici e dei domicili di Verona e dintorni, ha portato alla luce alcuni numeri di cellulare, uno dei quali combaciava con quello di un suo connazionale di 31 anni con il quale abitava a Cernusco sul Naviglio (Milano).

I militari allora si sono affidati alla "prova del nove": il riconoscimento. All'orafo rapinato è stata sottoposta una fotografia del sospettato e la vittima ha riconosciuto in lui uno dei due rapinatori. Dopo il via libera del giudice per il mandato di cattura, ai carabinieri di Milano e Verona è stata inviata l’ordinanza. Fermato a Lambrate per un normale controllo, il messicano 31enne è stato trasferito in carcere dopo che il suo cellulare è risultato essere “agganciato” ad una cella telefonica a Verona proprio nelle ore dell’assalto in corso Cavour. Sono tuttora in corso accertamenti su un eventuale terzo complice, una giovane donna che risulta domiciliata anche lei nell’appartamento di Cernusco. Su di lei solo sospetti ma nessuna conferma.
I carabinieri di Verona confermano tuttavia che facessero parte di una banda altamente organizzata visto il modus operandi e la preparazione del colpo, i malviventi infatti avevano seguito l'orafo per monitorarne comportamenti e abitudini. Sempre secondo i militari, si "tratterebbe" di trasfertisti che risiedono nella zona di Milano.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tentata rapina ad un rappresentante orafo in corso Cavour: in manette anche il complice

VeronaSera è in caricamento