menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un tratto di via Carducci a Verona

Un tratto di via Carducci a Verona

Verona, rivoluzione dei cantieri chiude una delle strade più trafficate per mesi: si comincia lunedì

Senso unico di circolazione dei veicoli nel tratto di via Carducci da ponte Nuovo a interrato dell'Acqua Morta. Divieto di transito in vicolo cieco Pozza e in via Scrimiari, in via Paradiso e in vicolo Bogon. Residenti e commercianti: "Sarà un disastro"

Tutto partirà dalla prossima settimana. Una piccola rivoluzione sulle strade veronesi, in linea con il programma dei lavori pianificato da Comune, Agsm e polizia municipale. Prenderanno il via 16 giugno, appunto, i lavori di rifacimento di tutti i sottoservizi di via Carducci, la cui conclusione è prevista per il 6 settembre 2014. Per circa tre mesi, per consentire l’esecuzione dell’intervento, il tratto di via Carducci da interrato dell’Acqua Morta a piazza Bernardi rimarrà chiuso al traffico, pertanto tutti i veicoli circolanti in interrato dell’Acqua Morta, in entrambe le direzioni di marcia, dovranno proseguire dritti una volta giunti all’intersezione con via Carducci.

Sarà inoltre istituito il senso unico di circolazione dei veicoli nel tratto di via Carducci da ponte Nuovo a interrato dell’Acqua Morta. Divieto di transito anche in vicolo cieco Pozza e, tranne per i residenti e i veicoli di pronto intervento, in un tratto di via Scrimiari, in via Paradiso e in vicolo Bogon. Sarà inoltre invertito il senso unico di circolazione in via San Vitale, nel tratto e con direzione da via Trezza a via Seminario, e il divieto di transito tra vicolo Scrimiari e via Carducci. Accesso autorizzato nei due sensi di marcia solamente a residenti e veicoli di pronto intervento e soccorso. Divieto di transito anche in via Seminario. In deroga alle vigenti limitazioni, i mezzi di trasporto pubblico e di pronto intervento e soccorso provenienti da interrato dell’Acqua Morta, potranno svoltare a sinistra in via San Paolo.  

SENSO UNICO PERMANENTE - Da mercoledì 18 giugno, per garantire una maggiore sicurezza e consentire la fluidità della circolazione, sarà istituito il senso unico di circolazione in via del Fortino, da via Amendola fino all’intersezione con corso Milano; nello stesso tratto sarà istituito anche il limite di velocità di 30 chilometri orari.  

LARGO PASUBIO - Per circa 25 giorni, inoltre, per consentire la sostituzione della rete del gas, sarà ristretta la carreggiata in largo Divisione Pasubio. Verrà mantenuta una sola corsia di marcia sul lato di strada che da piazza Bra va verso via Pallone, dove sarà istituito anche il limite di velocità di 30 chilometri orari.

AL TEATRO ROMANO - Sempre lunedì, a partire dalle ore 19e30 e per circa un’ora, sarà istituito il senso unico alternato in Regaste Redentore, nel tratto di fronte al Teatro Romano. Il provvedimento si rende necessario per concludere i lavori di sistemazione di un cedimento della carreggiata stradale, iniziati domenica scorsa.   

REAZIONI - Residenti e commercianti di via Carducci, tuttavia, si chiedono che effetti avranno i lavori sulla viabilità ordinaria. Alcuni chiedono che l'intera zona passi a pedonale, elimando anche quei parcheggi che costringono i già pochi clienti a fare slalom tra le auto ferme. Altri invece dichiarano che alla crisi non c'è mai fine e che la chiusura porterà ad un'ulteriore calo degli affari. A riportare alcuni commenti è L'Arena:

«Sarà un disastro», prevede ad esempio Catia Zambon, che nella zona di via Carducci capita spesso, anche se non vi risiede, «bisognerà prevedere delle alternative, anche se non sarà facile, perché altre strade non ce ne sono». C'è poi il timore che i cantieri vadano per le lunghe: «Ci vorrà molta pazienza», riflette Alberto Paon residente della zona, «questa è già una parte di città molto trafficata a causa della strozzatura del Teatro Romano. Si dovrebbe rendere via XX Settembre a doppio senso».

Se i residenti sono preoccupati per i disagi alla viabilità, i commercianti temono per i loro affari. «La crisi si sente eccome», assicura Aristea Sona, proprietaria di una merceria, «c'è poco movimento e via Carducci è purtroppo ormai decaduta, difficile che qualcuno la percorra a piedi. Se per tre mesi nessuno potrà passare neanche in macchina, per noi sarà sicuramente una perdita».

TRASPORTI PUBBLICI - E a seguito della chiusura per lavori di via Carducci, gli autobus Atv delle linee in transito da questa via saranno deviati su percorsi alternativi. I lavori, e la conseguente deviazione, si protrarranno probabilmente per tutto il periodo estivo.

LINEA 72

> DIREZIONE BORGO S. CROCE: Stradone S. Fermo - via XX Settembre - via Barana - via Carlo Cipolla, poi percorso regolare.
 
> DIREZIONE POLICLINICO BORGO ROMA:  Via Carlo Cipolla - Via S. Sepolcro - via XX Settembre - Stradone S. Fermo, poi percorso regolare.

FERMATE SOSPESE: Lung. Rubele fr. 40/B - fr. 16 e 16; Via Carducci, 14 e 9; via Sauro, 4 e fr.4; Via Volta, 23, 7, 36 e 6.

LINEE 31-32-33-91

> DIREZIONE MARZANA (linea 31) S. FELICE EXTRA (linee 32 e 91) - BORGO S. CROCE (linee 33 e 91): Interrato Acqua Morta - Via San Paolo -  Via XX Settembre - Via Barana, poi percorso regolare.
 
> DIREZIONE OSPEDALE MAGGIORE: percorso regolare.

FERMATE SOSPESE: Via Carducci, 14; Via Muro Padri, 20; Via S. Nazaro, 10 e 64.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento