Verona, il nuovo questore si presenta a città e sindaco Tosi

Giorno d'insediamento per il capo della polizia scaligera, Danilo Gagliardi. Girandola di incontri istituzionali e strette di mano. Già al lavoro per l'arrivo del ministro Kyenge viste le polemiche

Il questore Gagliardi stringe la mano al sindaco Tosi

Da oggi, 1 agosto, Verona ha un nuovo questore, è il dirigente superiore della polizia di Stato, Danilo Gagliardi, il quale stamane, per sua espressa volontà, come primo atto d’insediamento, ha reso omaggio alla memoria delle vittime del dovere veronesi, deponendo una corona d’alloro dinanzi alla lapide situata sul piazzale della questura. L’ha fatto in maniera intima, insieme al vicario, ai dirigenti, funzionari della Questura, delle specialità e della Scuola di polizia di Peschiera del Garda. Un momento di raccoglimento e poi la giornata ha preso il via con l’agenda istituzionale di incontri e presentazioni.

LE CRITICITA' DI VERONA - Dopo un primo incontro con i dirigenti e  funzionari, con i rappresentanti delle organizzazioni sindacali della polizia di Stato e dell’amministrazione dell’Interno, Gagliardi ha incontrato gli organi d’informazione locale, sia per una diretta conoscenza che per un cordiale messaggio di saluto alla città. A seguire, Gagliardi si è recato in municipio, dal sindaco Flavio Tosi e successivamente in procura per incontrare il procuratore capo Schinaia. Come riportato dallo stesso Tosi “si è trattato di un primo incontro conoscitivo, nel quale è emersa la volontà condivisa di proseguire il proficuo rapporto di collaborazione già esistente tra amministrazione comunale e Forze di polizia”. Tra le problematiche di rilievo in materia di ordine pubblico, Tosi ha ricordato “la situazione dei bastioni, che alla sera si popolano di soggetti potenzialmente pericolosi, e il fenomeno dei furti in appartamento, in aumento un po’ ovunque. Su queste e su altre questioni – ha concluso Tosi – lavoreremo insieme come si è sempre fatto”.

La mattinata di Gagliardi si è chiusa in sede con un saluto ai suoi più diretti collaboratori ovvero i suoi agenti. Nei prossimi giorni, compatibilmente con gli impegni di lavoro che sono concomitanti all’insediamento, proseguiranno le visite ai vertici istituzionali della città. Il nuovo questore subentra in un momento particolare. A pochi giorni dal suo arrivo in città lo si vedrà impegnato nella gestione dei servizi di ordine pubblico in occasione della visita, il prossimo 4 agosto, del ministro dell’Integrazione, Cecile Kyenge. Potrebbe infatti salire la tensione a causa delle manifestazioni promosse dal coordinamento provinciale di Forza Nuova che ha annunciato di voler "impedire in tutti i modi allo pseudoministro della dis-Integrazione Kyenge di pronunciarsi nel corso dell'annunciata sua visita a Villa Buri".

Negli scorsi giorni la stessa Digos della polizia era entrata in allarme per alcune minacce comparse sulle bacheche Facebook di alcuni veronesi. Nei guai erano finiti un 61enne che aveva annunciato di voler accogliere "la ministra negra" con le armi e un 19enne che, nel commentare un documento di critica alle politiche di integrazione promosse dalla ministra, lo scorso sabato, aveva commentatoa Cervia le banane, a Verona le bombe a mano".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arriva il maltempo in Veneto, pioggia e neve: "Stato di attenzione" della protezione civile

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 17 al 19 gennaio 2020

  • Operaio morto sul lavoro a Legnago, assolto rappresentante dell'azienda

  • Tocca con la motosega i cavi dell'alta tensione: non c'è stato scampo per il 46enne

  • Persona investita da un'auto, trasportata d'urgenza in ospedale: è grave

  • Investimento sui binari: circolazione dei treni sospesa sulla Verona-Bologna

Torna su
VeronaSera è in caricamento