Verona, "African summer school" con Kyenge ospite: giornata "calda"

Il ministro dell'Integrazione Cécile Kyenge attesa come ospite d'eccezione domenica 4 agosto. Il nucleo veronese di Forza Nuova le impedirà di esprimersi. Fontana: "Le sue proposte sono pericolose"

Il ministro all'Integrazione, Cécile Kyenge )Foto web)

Da domenica 4 a sabato 10 agosto si terrà, a Villa Buri, la prima edizione della African Summer School in “Geostrategia africana-business incubator for Africa”. Il corso, che sarà inaugurato domenica alle ore 17e30 dal ministro per l’integrazione e le politiche giovanili Cécile Kyenge Kashetu, è organizzato dall’associazione Africasfriends, con il patrocinio di Comune, Università degli Studi di Verona, Uil e Ital-Uil nazionale.

“Questo nuovo progetto – ha spiegato l'assessore comunale alle Pari opportunità, Anna Leso – offrirà a laureati africani e italiani non solo un arricchimento culturale, ma anche opportunità concrete di lavoro. Al termine delle lezioni infatti i giovani selezionati potranno sviluppare un progetto imprenditoriale vero e proprio. Siamo lieti quindi di sostenere l’iniziativa e di dare il benvenuto al ministro Kyenge, che domenica per l’inaugurazione ufficiale del corso sarà a Verona, città che si è sempre dimostrata accogliente”.

Il percorso formativo darà ai giovani nuova consapevolezza sulle opportunità lavorative presenti in Africa, "smentendo gli stereotipi che continuano ad associare il continente africano alle guerre e alla miseria. Vogliamo aprire la mente dei giovani e far capire loro che il mondo, e quindi anche l’Africa, sta cambiando ed è in continua evoluzione. Allo stesso tempo cercheremo di valorizzare le eccellenze italiane e di fornire strumenti di progettualità, grazie a lezioni tenute da esperti su questioni economiche e migratorie”.

Alla African Summer School parteciperanno 50 studenti, 26 uomini e 24 donne, per metà italiani e per metà africani, selezionati da un comitato di valutazione, e 16 docenti, per un totale di 35 ore di lezione. Al master prenderà parte anche il massimo esperto in materia di geopolitica e sviluppo d’impresa, Jean-Paul Pougala, docente dell’Istituto superiore di Management di Douala, in Camerun. L’evento inaugurale sarà su invito e verrà trasmesso in diretta streaming. Dopo il 10 agosto, è previsto un periodo di tre mesi al termine del quale gli studenti dovranno presentare un progetto d’impresa o una tesina che verranno esaminati dal comitato di valutazione. Nel mese di novembre si terrà la cerimonia di consegna degli attestati di partecipazione, durante la quale sarà premiato il miglior progetto di microimpresa sostenibile, che nel 2014 verrà sviluppato. Ulteriori informazioni sul sito della scuola.

LE INIZIATIVE "COLLATERALI" - Si preannuncia una giornata "calda", al di là della temperatura estiva, a Verona. Giorni fa, annunciando il presidio al campo nomadi di Forte Azzano, il coordinamento provinciale di Forza Nuova aveva dichiarato di voler "sabotare" la presentazione del ministro Kyenge. "Il nucleo veronese - aveva comunicato il coordinatore Francesco Alverà -  impedirà in tutti i modi allo pseudoministro della dis-Integrazione Kyenge di pronunciarsi nel corso dell'annunciata sua visita a Verona“. In tutta la provincia e nel Veneto, inoltre, si sono susseguiti fino a poche ore fa, attacchi con insulti e minacce all'indirizzo della politica di origine congolese.

MINACCE PER L'USO DI ARMI CONTRO IL MINISTRO: DENUNCIATO 61ENNE

LA LEGA DI LEGNAGO CONTRO KYENGE: "IMMIGRATI RISORSA? VA IN CONGO, EBETE"

L'ultima critica ha per autore l'eurodeputato veronese Lorenzo Fontana: "La Lega Nord contesta la Kyenge sui contenuti, per quanto ella stessa dice e vuole fare. Al Parlamento europeo ha dichiarato che vuole abolire il reato di clandestinità, che favorisce l'immigrazione selvaggia, e far insegnare, per legge, ai bambini italiani l`arabo, in modo che riescano a integrarsi meglio coi loro compagni provenienti da quei Paesi. Il ministro dell'Integrazione, in buona sostanza, afferma il principio dell`integrazione al contrario, peraltro al cospetto di una popolazione, quella islamica, che ha la vocazione a voler imporre l`Islam anche alla nostra civiltà. Questo è pericoloso". Come, del resto, lo ius Soli, dice Fontana: "L`ha detto e scritto anche l`illustre prof. Sartori, che non è certo leghista, con lo ius Soli avremmo barconi di clandestini che verrebbero in Italia per far partorire le loro donne. Lo ius Soli peraltro si è sempre applicato al Nuovo Mondo, o comunque ai paesi sottopopolati che avevano bisogno di nuovi cittadini. Non è certo il caso dell`Italia e del Veneto, dove la densità di popolazione è alta e i giovani sono precari o disoccupati".  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La città di Verona con le sue inestimabili meraviglie diventa protagonista in tv sulla Rai

  • A Verona la migliore escort dell'anno 2019: «Prima facevo l'aiuto cuoco»

  • Vince 75mila euro a L'Eredità e si taglia i capelli con Flavio Insinna

  • Possibili rischi per la salute, ritirato formaggio prodotto a Cerea

  • Donna morta annegata nella Bassa veronese: recuperato il cadavere

  • Insetto antagonista della cimice asiatica sarà lanciato nelle colture veronesi

Torna su
VeronaSera è in caricamento