menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il parco di Villa Balladoro a Povegliano (Foto web)

Il parco di Villa Balladoro a Povegliano (Foto web)

Verona, vandali al parco: consigliere comunale ferito da uno scooter

Pericolo per genitori e bambini domenica alle 19 a Povegliano: il conducente aveva cominciato a far rombare lo scooter violando il divieto d'accesso. Imbrattato anche l'affreso esterno

Vandali, teppisti, ragazzate. Per spiegare gli eventi che si succedono al parco di Villa Balladoro a Povegliano non si riescono a trovare termini migliori. Le strutture del parco sono prese di mira da tempo da alcuni ignoti che si accaniscono con bombolette spray e danni per migliaia di euro. L'ultimo episodio, che finalmente ha un responsabile, è avvenuto domenica scorsa. Vittima delle incursioni è stato il consigliere comunale Carlo Barba. Il fatto risale alle 19, mentre stava aiutando a smontare il palchetto allestito per uno spettacolo di bambini. Barba era stato interrotto dal rumore assordante di uno scooter, presente all'interno dell'area verde nonostante i cartelli di divieto per bici e motocicli. Un pericolo pubblico, dato che al parco erano ancora presenti genitori con i figli. Lo stesso consigliere era intervenuto per identificare il conducente e chiedergli conto del comportamento sullo scooter. Non ha fatto in tempo ad avvicinarsi, però, che il teppista ha tentato due manovre per fuggire. Prima è slittato sulla terra, cadendo sul lato sinistro, poi, rallentato nella fuga ha ripreso velocemente in mano l'acceleratore e ha urtato il consigliere, provocandogli ferite alla mano. La bravata del scooterista, tuttavia, non rimarrà impunita: è stato annotato il numero di targa e ora Barba attende che il responsabile si costituisca e ammetta le colpe. In caso contrario partirà la denuncia.

Come spiega l'Arena, tuttavia, non è che l'ultimo caso segnalato al parco Balladoro. Una settimana fa ignoti avevano coperto di scritte e murales alcuni affreschi della struttura, ripetendo il gesto perpetrato lo scorso anno da due minorenni. Ma i ragazzi responsabili hanno superato la maggiore età e ora il Comune chiederà il risarcimento danni. Per scongiurare altri episodi simili, il sindaco Anna Maria Bigon aveva predisposto la chiusura di uno degli accessi, quello in via Piave. Al vaglio anche la possibilità di ridurre l'orario di apertura.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento