Cronaca Borgo Trento / Piazza Vittorio Veneto

Tosi furioso: "L'Italia non deve più essere il Paese dei Balocchi per chi delinque"

Il primo cittadino di Verona invoca leggi più severe ed efficaci, dopo l'ennesimo caso di uno spacciatore extracomunitario finito in manette e rilasciato in seguito all'udienza di convalida dell'arresto

"Eroina e soldi provenienti dallo spaccio in tasca; molteplici precedenti per spaccio e reati contro il patrimonio; clandestino cui la Questura tre mesi or sono ha rigettato l'istanza al rilascio del permesso di soggiorno intimandogli di abbandonare il territorio, intimazione di cui se ne è tranquillamente fregato rimanendo impunemente a Verona: questo, dalle cronache, il curriculum di un cittadino tunisino clandestino arrestato per spaccio e, dopo la convalida dell'arresto (cosa servita a nulla), rimesso in libertà. Potremmo definirlo purtroppo un caso normale di cronaca quotidiana. L'ennesima dimostrazione indecorosa di come venga vanificato ed umiliato l'impegno delle forze dell'ordine. Quando ci si accorgerà, a Roma, che ci sono cose più urgenti per la sicurezza dei cittadini delle sterili beghe polemiche di ogni giorno, una campagna elettorale permanente, su questioni che interessano solo al mondo di chi fa politica? Quando ci si accorgerà che occorre ripartire dalla sicurezza dei cittadini rendendo più semplici e rapidamente efficaci le nostre leggi? Quando si capirà che non serve a nulla mettere in mano a uno straniero che delinque un ordine di espulsione ma che bisogna accompagnarli fisicamente fuori dal nostro territorio o tenerlo in appositi centri finché non si riesce ad espatriarlo? Quando si capirà che le nostre leggi devono anche far valere rapidamente il diritto delle parti offese anziché di coloro, italiani o stranieri che siano, delinquono. E' ormai indifferibile la necessità di cambiare il codice penale affinché l'Italia cessi di essere il “paese dei balocchi” per chi delinque e se ne frega delle leggi".
Queste le parole di Flavio Tosi in merito alla vicenda che ha portato all'arresto di un spacciatore tunisino, subito rilasciato in seguito alla convalida d'arresto. Non si tratta del primo caso di questo tipo, anzi, ed è proprio questo a mandare su tutte le furie il sindaco di Verona, che invoca leggi più severe. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tosi furioso: "L'Italia non deve più essere il Paese dei Balocchi per chi delinque"

VeronaSera è in caricamento