menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Controlli sugli autobus, 346 studenti identificati: trovati "fumo" e "erba"

Tra hashish e marijuana sono stati sequestrati in tutto 25 grammi, durante le operazioni svolte da Polizia municipale e Guardia di Finanza nell'ambito del progetto Scuole Sicure

Nuovi sequestri di droga, centinaia di ragazzi identificati e controlli sui bus e in prossimità delle scuole. Sono questi i risultati dell’ultima attività di controllo, la 12ª nell’ambito di Scuole Sicure, che la Polizia municipale ha portato a termine lunedì.

Grazie alla collaborazione con il Nucleo cinofilo della Guardia di Finanza, sono stati sequestrati complessivamente 25 grammi fra hashish e marijuana, individuati a bordo di cinque diversi autobus diretti verso la stazione di Porta Nuova, da scuole che hanno sede nella zona est della città. La droga con ogni probabilità, secondo quanto riferito da Palazzo Barbieri, è stata abbandonata dagli studenti alla vista delle pattuglie, per evitare la segnalazione come consumatore o l’arresto con l’accusa di spaccio.

I costanti controlli delle ultime settimane, infatti, si starebbero rivelando molto efficaci tanto da creare preoccupazione tra coloro che consumano droghe in ambito scolastico. Non a caso, sarebberi anche stati notati giovani che, ancora a bordo dei bus, avvisano gli amici via WhatsApp della presenza della Polizia municipale in zona.

Nella prima fase dei controlli del 3 dicembre sono stati identificati 346 ragazzi, mentre la seconda parte dell’attività ha visto gli uomini della municipale e l’unità cinofila della Guardia di Finanza intervenire al parco di Villa Pullè, nei pressi di un istituto scolastico. In questo caso sono stati identificati otto giovani e rinvenuta altra droga sotto un albero. In più, un ragazzo è stato segnalato alla Prefettura come consumatore di sostanze stupefacenti.

«I controlli continueranno – ha ribadito l’assessore alla Sicurezza Daniele Polato – e continuerà la lotta senza quartiere contro i venditori di morte che avvicinano i nostri ragazzi. La Polizia municipale, in collaborazione con le altre Forze dell’Ordine, proseguirà la propria attività di vigilanza, secondo il calendario già definito per ‘Scuole Sicure’, in tutte le zone frequentate dagli studenti, sui tragitti casa-scuola e in prossimità degli istituti scolastici. Non abbasseremo la guardia, né allenteremo la presa, ma agiremo sempre con il pugno di ferro contro gli spacciatori». 

Il Ministro Salvini ha emanato una nuova direttiva lo scorso 20 novembre in cui invita al potenziamento dell’attività di controllo del territorio con il concorso delle Polizie locali, soprattutto nelle aree maggiormente interessate dalla perpetrazione di illeciti riguardanti lo spaccio. Come disposto in sede di Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza pubblica l’intero piano di azione è improntato al massimo coordinamento fra le Forze di polizia, affiancando a quelle a competenza generale la Guardia di Finanza e le stesse Polizie locali, in un’unica pianificazione degli interventi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cultura

Gelaterie d’Italia: Gambero Rosso premia la veronese "Terra&Cuore" con Due Coni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    CBD: benefici e controindicazioni

  • Benessere

    Tremolio all’occhio, perché e come evitarlo

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento