rotate-mobile
Sabato, 13 Agosto 2022
Cronaca Centro storico / Via dello Zappatore

Omicidio Khadija Bencheikh, il compagno è stato condannato a vent'anni

Agim Ajdinaj dovrà anche risarcire i parenti della vittima con 270mila euro. Condanna anche per il fratello Vezir Ajdinaj a sei di carcere e al pagamento di un risarcimento di 55mila euro

I fratelli Agim e Vezir Ajdinaj sono stati condannati per l'omicidio di Khadija Bencheikh. Agim l'avrebbe uccisa il 29 dicembre 2017 durante una lite, avvenuta nell'appartamento di piazzale Olimpia a Verona dove l'uomo conviveva con la vittima. Il fratello Vezir lo avrebbe aiutato a fare a pezzi il cadavere, i cui resti sono stati ritrovati in un campo di Gardoni, località di Valeggio sul Mincio.

Le condanne sono state riportate da Fabiana Marcolini su L'Arena. Entrambi gli imputati hanno scelto il processo con rito abbreviato per ottenere una riduzione della pena. Agim Ajdinaj, costretto su una sedia a rotelle perché malato di Parkinson, è stato condannato a vent'anni di reclusione e ad un risarcimento dei parenti della vittima pari a 270mila euro. Vezir Ajdinaj è stato invece condannato a sei di carcere e al pagamento di un risarcimento di 55mila euro.
Non pienamente accolte, dunque, le richieste del pubblico ministero Raffaele Ferraro che per l'omicida reo confesso aveva chiesto l'ergastolo. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Khadija Bencheikh, il compagno è stato condannato a vent'anni

VeronaSera è in caricamento