Politica Centro storico / Piazza Bra

Meloni al Gp di Monza: «Il paese deve correre di più». Zaia: «L'autonomia è l'aerodinamica giusta per essere efficienti»

«L’autonomia è vera assunzione di responsabilità. - ha detto il presidente del Veneto - Un principio che vale per tutti, per chi è impegnato alla progettazione, ai box o in pista»

«Ho accolto con attenzione il messaggio della premier Meloni, lanciato da Monza, in cui invita a correre di più per far correre di più questo paese. Ancora una volta dall’esecutivo viene il sostegno verso un rinnovamento di grande visione. Sono le grandi riforme, autonomia e premierato, che devono ora garantire un salto nella modernità e verso la valorizzazione delle competenze per pianificare le azioni più importanti nella gestione della cosa pubblica». Con queste parole il presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, ha voluto commentare e condividere il pensiero espresso domenica dalla presidente del Consiglio a Monza, a margine del Gran Premio di Formula 1.

Nell'occasione la premier italiana aveva infatti dichiarato: «Monza ha portato fortuna l'anno scorso, e ne servirà ancora di più quest'anno di fortuna. La situazione è complessa da maneggiare - aveva quindi precisato Giorgia Meloni - ma insomma, il tempio della velocità diventa per noi anche fonte di ispirazione perché abbiamo bisogno di correre di più per far correre di più questa nazione». Riprendendo queste parole, il governatore Zaia ha quindi osservato: «Dobbiamo fare un salto avanti verso l’efficienza e, per restare nell’ambito della Formula 1, oltre che sul motore è fondamentale lavorare sull’aerodinamica. E dobbiamo farlo utilizzando l’autonomia, che potrà affiancare una grande organizzazione, metodica e virtuosa, alla macchina propulsiva dell’economia e del "motore" dello Stato. Solo così assicureremo un vero rinascimento, anche economico, al paese».

 

Luca Zaia / video ufficio stampa Regione Veneto

Il presidente Zaia, nel corso del suo intervento, ha quindi ricordato quali sono a suo modo di vedere gli elementi cardine della riforma autonomista: «Ridurre la distanza tra cittadini e potere decisionale è fondamentale e - ha ribadito Zaia - sarà sempre più possibile con quella scelta di campo che, grazie a questo governo che ha deciso di porre la questione, il paese ha già raccolto. Quello che si sta facendo è esattamente nel solco della volontà che i padri costituenti hanno trasferito nella nostra carta fondamentale. L’autonomia è vera assunzione di responsabilità. Un principio che vale per tutti, per chi è impegnato alla progettazione, ai box o in pista».

Scendendo più nel dettaglio, il governatore Luca Zaia ha quindi spiegato: «Cito il caso del Veneto, che oggi ha la spesa più bassa in Italia nella gestione della macchina pubblica: 126,7 euro all’anno per ogni cittadino, contro una media nazionale di 215 euro, per arrivare ai 609 euro del territorio meno virtuoso. È la dimostrazione che l’efficienza amministrativa può essere coniugata a servizi eccellenti, - ha concluso Zaia - ma servono strumenti e competenze affidate alle amministrazioni che più sono vicine al cittadino». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Meloni al Gp di Monza: «Il paese deve correre di più». Zaia: «L'autonomia è l'aerodinamica giusta per essere efficienti»
VeronaSera è in caricamento