Martedì, 18 Maggio 2021
Politica Centro storico / Piazzetta Santi Apostoli, 2

«La pacchia è finita, stop invasione»: la campagna di Traguardi per ribaltare gli slogan

Traguardi sceglie l’ironia per lanciare le sue proposte per Verona e torna a parlare di Europa

«Siamo molto fieri di questa campagna – spiega Pietro Trincanato, presidente di Traguardi – perché il suo tono scanzonato si sposa bene con un movimento come il nostro, giovane e vitale, serio nelle proposte ma morbido nei toni. Le nostre coloratissime proposte invaderanno presto i social, ma anche le piazze e i mercati, dove i veronesi troveranno il nostro gazebo: un’occasione per conoscere Traguardi, per discutere le nostre proposte, firmare la nostra petizione per il bastione delle Maddalene, e per informarsi sulle prossime iniziative in vista delle prossime elezioni europee. Siamo alla vigilia di una votazione cruciale per il nostro continente – conclude Trincanato – e non potevamo rimanere in silenzio. Per questo abbiamo organizzato due incontri per riflettere sull’importanza dell’Europa nelle nostre vite, dalle questioni ambientali al tema della digitalizzazione delle PMI, fondamentale per il nostro territorio. L’appuntamento è per lunedì 8 alle 21 all’auditorium Santi Apostoli con il prof. Federico Testa, e per lunedì 15, sempre alle 21, agli ex Magazzini Generali (M5), con Sebastiano Toffaletti, Segretario Generale European DIGITAL SME Alliance».

«In un clima politico avvelenato, ostaggio di toni sempre più aggressivi e di scontri ideologici, la politica sta dimenticando quella che dovrebbe essere la sua prima missione: migliorare la vita dei cittadini». È così che Traguardi ha deciso di riportare l’attenzione sui problemi più concreti della politica, cittadina e non, dallo sviluppo di Verona, alle prossime elezioni europee. Un appuntamento decisivo per il futuro, ma di cui si parla ancora troppo poco.

Tommaso Ferrari, consigliere comunale di Verona Civica - Traguardi che coordina anche il lavoro dei rappresentanti del movimento nelle circoscrizioni, spiega: «Oggi lanciamo sei proposte forti per migliorare la vita dei cittadini, per rendere Verona moderna, efficiente, appetibile, perché pensiamo che i veronesi siano stanchi di assistere alle sceneggiate ideologiche mentre la nostra città rimane al palo. Presentiamo la nostra visione in materia di ambiente e rigenerazione urbana nei quartieri: temi cardine da sempre per Traguardi. Guardiamo alle aziende partecipare e alla trasparenza sempre troppo opacizzata dagli interessi di poltrona ma anche alle politiche culturali e turismo, per portare a Verona un’offerta più ricca e di qualità, che non si limiti a congestionare le solite tre vie del centro. Itinerari alternativi nei quartieri uniti a una programmazione culturale di alto livello (e con adeguati investimenti) sono la ricetta per attrarre visitatori diversi da quelli mordi e fuggi. Una prospettiva ben diversa rispetto a quella attuale, con appuntamenti di piccolo cabotaggio e una Fondazione Arena che, nonostante le promesse, non riceve attenzioni adeguate dall’amministrazione. Infine, sostegno ai giovani under 35 per rendere Verona più attrattiva».

«Ma a fare notizia non sono soltanto le proposte», aggiunge Elena Caricasole, che assieme a Francesco Camerani e Giacomo Cona ha sviluppato il progetto di comunicazione di Traguardi. «Abbiamo pensato che il modo migliore per combattere una politica fatta solo di slogan urlati fosse prenderli di mira, giocando con ironia con quello che è uno degli elementi più deteriori del dibattito attuale. Per questo abbiamo scelto alcune frasi ricorrenti della politica attuale, da “Aiutiamoli a casa loro” a “Con la cultura non si mangia”, capovolgendone il tono aggressivo e associandole alle nostre idee per Verona, mostrando quanto poca sostanza si celi dietro a queste frasi ad effetto. Le rivisitazioni di Traguardi riusciranno a strappare un sorriso, e a far riflettere sulla necessità che la politica torni ad essere una cosa seria. Una campagna pensata per diventare virale, che usa l’arma dell’ironia per coinvolgere anche chi, e sono molti soprattutto fra i giovani, altrimenti non si interesserebbe di politica».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«La pacchia è finita, stop invasione»: la campagna di Traguardi per ribaltare gli slogan

VeronaSera è in caricamento