Politica Centro storico / Piazza Bra

Bertucco: «Sicuri che i metri quadrati di Verde a Verona siano 4,8 milioni?»

Il consigliere comunale di Verona e Sinistra in Comune ha analizzato il bilancio arboreo pubblicato dall'amministrazione Sboarina e lo ha confrontato con quello dell'amministrazione precedente

Un parco di Verona (foto di repertorio)

Ma siamo sicuri che a Verona ci siano 4,8 milioni di metri quadrati di aree verdi?

Il dubbio è sorto al consigliere comunale di Verona e Sinistra in Comune Michele Bertucco, analizzando i dati del bilancio arboreo pubblicato dal Comune di Verona. La stesura di questo documento è imposta dalla legge, la quale chiede ad ogni amministrazione comunale di pubblicare il bilancio del numero di alberi piantati nel territorio comunale.

Il Comune di Verona ha presentato il suo primo bilancio arboreo nel 2017, alla fine del mandato dell'ex sindaco Flavio Tosi - fa sapere Bertucco - In quel bilancio si legge che "La città di Verona ha una superficie totale di 198.920.000 metri quadrati. I dati in nostro possesso evidenziano una consistenza del verde urbano a gestione comunale di 3.629.000 metri quadrati al 31.12.2016 (ultimo dato disponibile). La superficie di verde a gestione pubblica sul totale della superficie comunale è pari al 2,16% e il verde per abitante è di 33,70 metri quadrati. È evidenziato un incremento, tra il 2012 e il 2017 di 203.895 metri quadrati".

Bertucco ha confrontato i dati del bilancio arboreo tosiano con quello pubbilcato dall'amministrazione Sboarina. Quest'ultimo riporta che la superficie verde è passata da 3.629.000 metri quadrati a 4.800.000 metri quadrati. «Tutto questo sarebbe avvenuto in soli due anni», commenta Bertucco. Inoltre, gli alberi presenti sul territorio comunale erano, tra censiti e stimati, pari a 65mila, mentre l'attuale amministrazione stima la presenza di alberi in 40mila. «In soli due anni di amministrazione Sboarina, sarebbero spariti a Verona 25mila alberi», dice ancora il consigliere di minoranza.  

Fatta un'analisi di dettaglio dei dati - conclude Michele Bertucco - emergono aspetti interessanti rispetto al bilancio arboreo redatto dal Comune di Verona alla fine del quinquiennio 2012-2017. Il più importante è che dei 3,6 milioni di metri quadri di verde censiti, solo la metà è effettivamente fruibile alla generalità dei cittadini. Il verde racchiuso in "giardini, piazze e piste ciclabili" rappresenta infatti appena il 40% del verde totale, mentre quello compreso nelle scuole (asili nido, scuole elementari, medie e superiori), parchi gioco e negli impianti sportivi, dunque accessibile soltanto agli utenti di queste strutture, rappresenta il 35% del totale. C'è poi una particolare tipologia di verde "fruibile", per così dire, soltanto dagli automobilisti: è il verde stradale degli spartitraffico, che a Verona pesa per ben il 10% circa del totale censito. La quota di verde aperto a tutti riesce a superare la metà del totale soltanto se mettiamo in conto anche quello chiamato "provvisorio" che è dato sostanzialmente dalla cintura dei forti e bastioni (il 12,5% del totale). Visti però i pochissimi investimenti dedicati al Parco delle Mura, la cui valorizzazione è ancora affidata in massima parte al buon cuore del volontariato, è lecito domandarsi quanto del verde provvisorio sia fruibile in sicurezza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bertucco: «Sicuri che i metri quadrati di Verde a Verona siano 4,8 milioni?»

VeronaSera è in caricamento