Martedì, 28 Settembre 2021
Politica Chievo / Via Aeroporto Angelo Berardi

Da via Berardi al Progno in Borgo Venezia, Benini attacca: «Scene di ordinaria incuria»

«Compito del Comune non è starsene con le mani in mano, ma fare pressione sull’ente responsabile ed inadempiente mettendo in rilievo i rischi», dichiara il consigliere Pd Benini

«Ho chiesto di chi fosse la competenza della giungla che si sta pericolosamente avvicinando alla strada in via Berardi ed è uscito che sia Amia che il Settore Strade e Giardini del Comune si chiamano fuori perché, dicono, "gli alberi in oggetto sono radicati nel terreno di proprietà dell’Inps"», così il consigliere comunale e capogruppo per il Partito democratico Federico Benini che poi aggiunge: «Per carità, rispettiamo la proprietà di tutti, ma in casi simili compito del Comune non è starsene con le mani in mano, ma fare pressione sull’ente responsabile ed inadempiente mettendo in rilievo i rischi, in termini di sicurezza e igiene pubblica, nonché di decoro, che la mancata manutenzione comporta».

via Berardi-richiesta

Risposta su via Berardi

La polemica politica è stata sollevato nelle scorse ore dall'esponente dem veronese, sulla scorta di quelle che giudica «scene di ordinaria incuria che si ripetono un po’ in tutta la città, da Borgo Venezia al Chievo», evidenziando la presenza di «cigli stradali invasi da erbacce alte un metro condite di rifiuti di ogni genere, argini dei progni completamente rivestiti di arbusti e sterpaglie».

In merito nello specifico della situazione del progno Valpantena che attraversa Borgo Venezia da Santa Croce a Borgo Trieste è intervenuta Rita Andriani, consigliera Pd ed ex presidente della Sesta Circoscrizione: «Qui stiamo assistendo alle stesse scene dell’estate  2017quando i residenti denunciarono lo stato inaccettabile degli argini e del letto del progno ricoperti di vegetazione spontanea e rifiuti. In tempi dove i fenomeni meteorologici estremi, violenti ed improvvisi, sono all’ordine del giorno, - conclude Rita Andriani - la manutenzione periodica dei progni dovrebbe essere una priorità delle autorità preposte, invece la manutenzione viene svolta dal Genio Civile una volta all'anno, e solo dopo continue e pressanti richieste delle amministrazioni locali».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da via Berardi al Progno in Borgo Venezia, Benini attacca: «Scene di ordinaria incuria»

VeronaSera è in caricamento