La montagna vicino Verona: 5 fantastiche escursioni a due passi dalla città dell'amore

Voglia di fare una bella gita ma non troppo distante da Verona? Ecco alcuni utili consigli

Alta Lessinia

Se avete voglia di evadere dal caldo cittadino o anche semplicemente di fare una bella passeggiata, la provincia di Verona offre sicuramente un'ampia gamma di possibilità. Oggi vi proponiamo cinque meravigliose escursioni che è possibile svolgere sulle montagne a breve distanza da Verona. Si tratta di veri luoghi paradisiaci e facilissimi da raggiungere per chiunque.

Foresta dei Folignani

Il punto di partenza di questo sentiero è il Rifugio Bocca di Selva, dove un tempo si produceva direttamente il formaggio. Il percorso si dilunga per un tratto su strada asfaltata per poi deviare attraverso i pascoli e boschi fino a Malga Masetto. Di qui in poi sarà possibile inoltrarsi verso la "Foresta dei Folignani", al cuore della Lessinia, risalendo verso le malghe godendo di un panorama unico ed eccezionale in qualunque periodo della'anno.

Vetta del Corno d'Aquilio

Il percorso si dipana attraverso l'alta Lessinia occidentale, partendo da Sant'Anna d'Alfaedo e giungendo fino alla vetta del Corno d'Aquilio. Una volta parcheggiata l'auto nell'area di contrada Tommasi è possibile dirigersi vero il Passo di Rocca Pia e procedendo sul sentiero CAI 234 raggiungere, attraverso pascoli e poi tornanti un po' più ripidi, malga Fanta e a breve distanza da qui Spluga della Preta. Camminando ancora lungo la dorsale si può infine raggiungere la cima del Corno d'Aquilio per trovare conforto a fianco della caratteristica croce in ferro che dà il benvenuto agli escursionisti e godere del meraviglioso panorama.

La Val dell'Orso

La passeggiata attraversa l'area della Lessinia tra Bosco Chiesanuova e Valdiporro, con partenza dal parcheggio situato al fianco della chiesetta di Santa Margherita. Le indicazioni da seguire sono quelle per il sentiero CAI 251 che dispiegandosi tra i prati conduce a Cenise di Sopra e di Sotto. Continuando il proprio cammino verso Valdiporro si giunge così alla contrada Val d'Orso per poi fiancheggiare la chiesa e scendere su strada asfaltata verso Dosso. Di qui si attraversano quindi i prati e si seguono le indicazioni del sentiero per Bosco Chiesanuova, giungendo dapprima in località Gusse e risalendo poi lungo una strada forestale che porta a contrada Comperli. Di qui è infine possibile ultimare la risalita verso Bosco Chiesanuova e il punto di partenza procedendo su una strada asfaltata.

Escursione tra Erbezzo e San'Anna d'Alfaedo

Da Passo Fittanze è possibile procedere alle spalle del monumento ai caduti lungo il sentiero CAI 250 che conduce all'edificio abbandonato Casaretta, per poi scollinare sul Passo della Liana e giungere nel Comune di Sant'Anna d'Alfaedo. Una strada sterrata vi condurrà po verso malga Pealda bassa sulla dorsale del Corno Mozzo. Seguendo una delle tracce presenti sarà quindi possibile risalire verso la cima, per poi ridiscendere lungo il sentiero che costeggia Malga Castilverio ed imboccare più in là una piccola strada che attraversa un bosco di faggi. Una volta giunti sulla strada comunale è quindi possibile risalire verso. le contrade e le malghe situate nella zona tra Erbezzo e Sant'Anna d'Alfaedo. Procedendo verso nnord sarà infine possibile raggiungere il punto di partenza, l'ex Rifugio e quindi Passo Fittanze.

A San Rocco di Piegara i castagni secolari

Si parte dalla piazza della chiesa di San Rocco di Piegara per poi attraversare le contrade e i meravigliosi castagneti. Inoltrandosi lungo il marciapiede in direzione del monte per alcune centinaia di metri, si potrà giungere fino a contrada Doardi, per poi seguire le indicazioni che conducono a contrada Negri. Di qui si segue una piccola strada che collega Negri e Doardi, dove è possibile ammirare un secolare ed imponente castagno. Da Doardi si può quindi risalire fin sopra un colle che vi consentirà di ammirare un panorama mozzafiato, per poi attraversare la strada provinciale e proseguire poco più in là lungo lo stradello che conduce a Dosso. Per rientrare di qui a San Rocco è sufficiente infine seguire la strada asfaltata fino alla provinciale e ripercorrere il marciapiede dal baito Doardi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, ecco il "tampone multiplex": a Negrar un unico test per riconoscere tre diversi virus

  • Terapia anti-Covid scoperta dall'università di Verona, l'Fda la autorizza

  • Virus, il vaccino veronese fa sperare: «È ben tollerato e induce risposta immunitaria»

  • Tragico incidente sul lavoro: operaio 38enne precipita a terra e muore

  • Ordinanza Zaia: si può passeggiare al lago o in montagna? Mascherina, multe ai gestori locali

  • Tragico scontro tra auto e camion nella Bassa: morto un trentenne

Torna su
VeronaSera è in caricamento