Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca Zevio / Via Ronchesana

Zevio, adottati levrieri Galgo spagnoli da caccia: in patria sarebbero stati soppressi

L'associazione Insieme per Fbm ha organizzato a Zevio la consegna di ben 19 levrieri Galgo adottati in Italia. In Spagna questi cani da caccia vengono allevati in sovrannumero e poi soppressi

Una bella notizia arriva da L'Arena. A Zevio si è svolta la consegna di 19 levrieri Galgo provenienti dalla Spagna e salvati dall'associazione Insieme per Fbm. I cani da caccia sono stati adottati da persone provenienti dal nord e centro Italia. In patria sarebbero stati soppressi.

Su L'Arena, spiega il destino di questi bellissimi cani da caccia Corrado Gattel, presidente di Insieme per Fbm: "Si calcola che in Spagna siano soppressi tra i 60 e gli 80mila Galgo l'anno. Se da noi i cacciatori trattano i loro cani come principi, in Spagna non è così. A dispetto dei vincoli legislativi, infatti, i Galgo sono allevati in soprannumero, spesso in condizioni spaventose. Cioè in grotte da dove escono solo quando è stagione di caccia o sono allenati con sistemi barbari: fatti correre per ore legati a un furgone. In queste condizioni sopravvivono solo gli animali più forti. Ma se poi non eccellono durante le battute di caccia, o corrono meno perché diventati vecchi, il cacciatore (galghuero) li elimina perfidamente. Tradizione vuole che i Galgo siano impiccati, ma c'è chi li butta nei pozzi, li lascia morire di fame dopo averli legati nelle campagne, spezza loro le gambe perché non tornino più a casa, oppure usa metodi ancora più atroci".

L'associazione Insieme per Fondaciòn Benjamin Mehnert si occupa di riscattare questi cani "scartati" e di trovare loro una famiglia: "Adottare un levriero riscattato è dono per chi lo accoglie. Significa ridare all'animale la capacità di fidarsi dell'uomo, consentendogli di recuperare e trasmettere al proprietario amore ed emozioni mai avute prima. Non siamo fondamentalisti ma una voce del coro che vuole bene agli animali. La Spagna tutela i levrieri con sanzioni pesanti, ma ciò deve fare i conti con le consuetudini e l'indifferenza che avvolgono la condizione dei Galgo, considerati semplici macchine da lavoro. Meno cioè dei cani".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zevio, adottati levrieri Galgo spagnoli da caccia: in patria sarebbero stati soppressi

VeronaSera è in caricamento