menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Verona, ubriaco manda all'ospedale il cliente del bar con un pugno: condannato l'ingegnere inglese

Il gestore del locale di Malcesine gli aveva negato il proverbiale “bicchiere della staffa”, date le sue condizioni. Uno dei clienti gli aveva poi fatto notare che era una festa di compleanno privata ed era stato aggredito

Era già ubriaco e quando si è visto negare l’entrata al bar per bere un altro bicchiere aveva reagito nel peggiore dei modi. A rimetterci è stato uno dei clienti, raggiunto al viso da un violentissimo pugno che l’ha fatto finire a terra e poi all’ospedale. Ad alzare le mani nel locale di Malcesine, annebbiato dall’alcol, nel luglio del 2013, fu uno stimato ingegnere inglese. Lo stesso che mercoledì è stato condannato a un anno e 4 mesi dal giudice per lesioni volontarie gravi. La serata, per la vittima del cazzotto si era conclusa all’ospedale di Bussolengo e poi in quello di Borgo Trento. I medici avevano indicato 40 giorni di guarigione per il veronese di 51anni: aveva riportato un trauma cranico e un’emorragia subaracnoidea oltre che la duplice frattura sul lato destro della faccia. A sferrare il potente colpo era stato quel turista inglese di 41 anni, di professione ingegnere. Con tre amici connazionali aveva deciso di passare qualche giorno in Italia e precisamente a Malcesine. È stata nella bella località gardesana che aveva proseguito quella giornata alcolica, passando da un bar all’altro.

Quando all’1e45 era entrato al “Mambo”, però, il gestore gli aveva negato il proverbiale “bicchiere della staffa”. Questo valutando le condizioni dell’uomo, visibilmente ubriaco. Uno dei clienti gli aveva poi fatto notare che era una festa di compleanno privata e gli aveva chiesto di allontanarsi. Per tutta risposta aveva ricevuto un violento gancio al volto che l’aveva fatto finire a terra sbattendo la testa sul marciapiede. Era anche svenuto. Con l’accusa di lesioni gravissime l’ingegnere inglese era stato arrestato, dopo che alcuni passanti riuscirono a fermarne la sua fuga. Sottoposto al test alcolemico è risultato che aveva oltrepassato di tre volte il limite consentito. Dalla ricostruzione è emerso che aveva bevuto almeno dieci birre più diversi cocktail.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento