Cronaca Arcole / Piazza Francesco Poggi

Verona, da "Hell's Kitchen" alla cucina per i Vip: lo chef di Arcole Matteo Grandi miete altri successi

Il giovane cuoco vincitore della prima edizione italiana su Sky è volato in Sardegna al lussuoso Forte Village per inaugurare il primo ristorante che reca il nome della trasmissione. Padrino d'eccezione Carlo Cracco

Cifre da capogiro, soddisfazioni e talento premiato. Ha vinto in tv e sta vincendo nel lavoro. Che tra l’altro è uno di quelli più saliti alla ribalta negli ultimi tempi. Lo chef di Arcole, Matteo Grandi (futura star della cucina?) dopo aver vinto la prima edizione italiana di “Hell’s kitchen” su Sky è volato in Sardegna per ritirare il suo premio: inaugurare il primo ristorante al mondo “Hell’s Kitchen”, situato nel villaggio turistico di lusso “Forte village”, a Cagliari, e voluto dal superchef Gordon Ramsey.

Grandi si è ritrovato davanti il conduttore del reality, la gloria nazionale dei fornelli Carlo Cracco, che ha assistito all’inaugurazione. Tutto organizzato in “pompa magna” c’era da immaginarselo. Parata di Vip, stelle e stelline del panorama mediatico nazionale avrebbero fatto a gara per mangiare nel nuovo ristorante. Non per tutti i palati ma nemmeno per tutte le tasche. Spiega il giovane chef, residente a Soave ma con ristorante avviato ad Arcole, che anche chi aveva la pensione completa in villaggio doveva sborsare un supplemento di 200 euro (vini esclusi). Ma nonostante i prezzi mediamente alti c’era il tutto esaurito ogni sera. Calciatori più o meno sulla cresta dell’onda, personaggi televisivi, giornalisti, conduttori, attori, politici, imprenditori. Tutti avrebbero voluto assaggiare da Grandi, in Sardegna. Proprio lì dove vanno a trscarorrere periodi di vacanza Diego Abatantuono, Andrea Pirlo, Antonio Cassano, Toni Capuozzo, i fratelli Muccino, Fiorello e tanti altri. Spiega lo stesso chef su L’Arena, che

«Quando si è sparsa la voce che il ristorante era sempre pieno», prosegue Matteo, «i vip di turno hanno iniziato a prenotare per tempo, a far chiamare dal loro ufficio stampa o a chiedere la classica eccezione, l'aggiunta del tavolo all'ultimo minuto. Mi son sentito rispondere più di una volta: A questo non possiamo dire di no». Inutile chiedere il nome, gli chef sono peggio dei sacerdoti: segreto professionale»

«I vip che non vogliono che si sappia che sono in vacanza al Forte», spiega Matteo. «Sono tutelati al massimo. Niente foto, nessun pettegolezzo sulla loro presenza, pena il licenziamento. La direzione è intransigente». Oltre ai personaggi famosi, in vacanza al Forte Village ci viene chiunque possa permettersi una vacanza che a settimana costa (extra esclusi) dai 21mila euro di una doppia fino ai 100mila per una suite presidenziale: «E le presidenziali sono sette», spiega Matteo, «ma ne costruiranno altre due, perché se la crisi c'è, per qualcuno ce n'è un po' meno».

E alla fine anche Cracco si è dovuto complimentare con il giovane Matteo. Prima di lasciare il villaggio per tornare a Verona, lo chef di origine vicentina lo ha congedato certificando il suo talento e dicendo che si “è fatto onore”. Progetti in ballo? Imminenti, come spiega Matteo sul suo blog. Sta per tenere a battezzo la sua prima "Cooking class": "Un modo per imparare la mia cucina, parlare di cucina, e sopratutto assaggiare tutti i piatti che assieme, lezione dopo lezione, realizzeremo. Il tutto si svolgerà nel mio ristorante DeGusto di Arcole in provincia di Verona, il format sará di una, massimo due lezioni a settimana in base agli iscritti".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, da "Hell's Kitchen" alla cucina per i Vip: lo chef di Arcole Matteo Grandi miete altri successi

VeronaSera è in caricamento