Giornalista russo insultato e minacciato da un ex combattente ucraino a Verona

L'episodio è avvenuto lo scorso 9 marzo. Valery Ananiev è un ex militare dalla parte dei contrari al passaggio del Donbass dall'Ucraina alla Russia. È lui che avrebbe aggredito Artem Sheynin

Artem Sheynin fotografato a Verona. L'immagine è stata pubblicata su Facebook da Valery Ananiev

Un ex militare ucraino e un giornalista russo. Sono loro i protagonisti di un momento di tensione avvenuto a Verona venerdì scorso, 9 marzo. Il nome dell'ex combattente è Valery Ananiev e nel Donbass, regione contesa tra Ucraina e Russia, ha lottato dalla parte dei contrari al passaggio del Donbass dall'Ucraina alla Russia. Artem Sheynin è invece è uno dei volti più noti del primo canale televisivo russo, oltre ad essere un ex paracadutista delle forze armate russe.

Secondo le diverse ricostruzioni, fornite anche dai due protagonisti sui social network, Ananiev avrebbe pedinato e aggredito verbalmente Sheynin mentre quest'ultimo era impegnato nello shopping nel capoluogo scaligero. Il filogovernativo ucraino avrebbe anche sputato addosso al giornalista e lo avrebbe minacciato, dicendogli che se si fossero trovato da soli lo avrebbe ucciso.

Secondo Sheynin, l'intento di Ananiev era quello di provocare una rissa. Il comportamento dell'ex militare non sarebbe stato un raptus improvviso, ma una vessazione prolungata. Il giornalista ha detto di essere stato pedinato, fotografato e poi insultato da Ananiev.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rischio Covid: regioni gialle, arancioni o rosse? In arrivo cambiamenti

  • Covid, ecco il "tampone multiplex": a Negrar un unico test per riconoscere tre diversi virus

  • La zona "gialla plus" di Zaia peggio di quella arancione? Commercianti aperti, senza clienti

  • Terapia anti-Covid scoperta dall'università di Verona, l'Fda la autorizza

  • Coronavirus: in Veneto 18 morti da ieri sera, Verona provincia con più casi attuali e decessi

  • Coronavirus, a Verona tornano a salire i ricoveri in terapia intensiva

Torna su
VeronaSera è in caricamento