Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca Via Mazzini

Verona, ladro di "Swarovsky" in via Mazzini arrestato dopo il furto nel negozio

Una "vecchia conoscenza" della polizia notato da agenti in borghese mentre si aggira sulla via dello shopping scaligero e pedinato: dopo un sopralluogo in profumeria tenta il colpo di preziosi. Viene fermato dopo aver trafugato l'anello

In borghese, a piedi, fingendosi normali turisti e passanti. E' risultato molto efficace il servizio di controllo degli agenti della polizia, sezione Volanti, mercoledì pomeriggio. Due poliziotti, percorrendo a piedi la centralissima via Mazzini, avevano notato una "vecchia conoscenza" in questura, Federico Andreoli, 38enne veronese, già noto per numerosi precedenti proprio per furto.

Per questo avevano deciso di "tenerlo d'occhio", pedinandolo. L’uomo, in un primo momento, era entrato nella profumeria “Douglas”, e, sotto gli occhi attenti degli operatori che lo seguivano dalle vetrine, si era aggirato in maniera sospetta tra banchi e scaffali, tanto da attirare l’attenzione di una commessa: sentitosi adocchiato, il 38enne aveva deciso di lasciare il negozio per dirigersi verso altri "obbiettivi". Non c'è voluto molto, infatti, che l'uomo, tornato su via Mazzini, decidesse di entrare in un negozio di preziosi. Alla boutique “Swarovski” si è consumato il colpo, che poi gli è costato l'arresto. Approfittando della distrazione della commessa si era infatti avvicinato ad un espositore a cuscino e, con un tronchesino, aveva tranciato il cavetto di sicurezza in acciaio di un anello. La commessa è stata la prima ad intervenire: subito dopo, nel negozio, sono entrati i poliziotti.  Alla luce di quanto accaduto, Andreoli è stato arrestato in flagranza per tentato furto aggravato, il tronchesino sequestrato e l’anello, del valore di 169 euro, riconsegnato alla commessa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, ladro di "Swarovsky" in via Mazzini arrestato dopo il furto nel negozio

VeronaSera è in caricamento