Cronaca Negrar / Via Valpolicella

Verona, Amarone protagonista italiano a Washington: "Vino che ha rivoluzionato il mondo dei rossi"

Lodata la presenza delle "Famiglie dell'Amarone" al Niaf, manifestazione che tra l'altro propone negli Stati Uniti il meglio delle produzioni "made in Italy". Tra questo "meglio" c'è il vino della Valpolicella diventato da tempo punta di diamante

Il Veneto, e non solo quello dell’enologia, è orgoglioso che la Valpolicella e i suoi vini eccellenti, siano protagonisti del 39esimo anniversario della National italian american foundation che si festeggia in questi giorni a Washington (Usa). Ringrazio le Famiglie dell’Amarone che se ne sono fatti interpreti in questa occasione, confermando l’impegno di qualità, di rigore e di valorizzazione nel mondo dei vini di questa terra straordinaria”. Così il presidente della Regione, Luca Zaia, saluta la presenza delle “Famiglie dell’Amarone” al Niaf, manifestazione che tra l’altro propone negli Stati Uniti il meglio delle produzioni “made in Italy”.

Tra questo “meglio” ci sono sicuramente i vini della Valpolicella tra cui l’Amarone è diventato da tempo una punta di diamante, forti della loro vocazione di territorio, delle uve autoctone, della passione che ha accompagnato l’evoluzione di un’enologia tra le più moderne e le cui perle più preziose erano di fatto sconosciute solo alcuni decenni fa. Portabandiera del made in Italy nel mondo, le undici Famiglie producono 2,5 milioni di bottiglie di Amarone di eccellenza l'anno e realizzano un fatturato globale di 160 milioni per oltre l'80% conseguito sui mercati esteri.

"L’Amarone – aggiunge Zaia – è stata una bellissima creazione, che ha costituito forse la più grossa rivoluzione enologica nel panorama planetario dei vini rossi, che si è imposta anche sui più scettici per la sua accattivante piacevolezza e ha fornito insegnamenti anche per l’evoluzione di altri vini. Ringrazio le Famiglie dell’Amarone per l’autorevolezza che hanno acquistato nel farsi portatrici di una tradizione che non finisce di innovarsi, ma si basa sul rispetto del territorio, delle uve e dei consumatori”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, Amarone protagonista italiano a Washington: "Vino che ha rivoluzionato il mondo dei rossi"

VeronaSera è in caricamento