Cronaca Borgo Trento / Alto San Nazaro

Verona. Spacciatore recidivo viene beccato ancora: "Stavo fumando, non spacciando"

Un 29enne è stato sorpreso dai carabinieri nell'area di Alto San Nazaro con sette grammi di hashish che, stando ai militari, si apprestava a vendere. L'uomo poi avrebbe provato a reagire all'arresto

Beccato per la seconda volta, in poco più di un mese, con le mani nel sacco. Ilyas Mountanih, marocchino di 29 anni, non molto tempo fa era stato sorpreso dalle forze dell'ordine in possesso di mezzo chilo di hashish e ora i carabinieri del Radiomobile di Verona lo hanno colto in flagranza di reato un'altra volta, mentre vendeva un pezzo di "fumo" nella zona di Alto San Nazaro. Una volta capito di essere stato scoperto, ha cercato di liberarsi dello stupefacente, circa 7 grammi, per poi andare su tutte le furie e colpire con calci e pugni i militari che lo stavano per arrestare. 

Comparso in aula per la direttissima, ha affermato di non essere stato lui a muovere le mani, ma di essere stato picchiato dai carabinieri. Il 29enne poi avrebbe giustificato lo stupefacente come uso personale: stando alle sue dichiarazioni, il marocchino stava fumando e non spacciando l'hashish. Il giudice però non ha dato credito alla sua versione e ha convalidato l'arresto: per lui è scattato il divieto di dimora nel comune di Verona, dove potrà rientrare solo per la prossima udienza. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona. Spacciatore recidivo viene beccato ancora: "Stavo fumando, non spacciando"

VeronaSera è in caricamento