menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un'opera attesa da tempo: a San Giovanni scattano i lavori di Acque Veronesi

"Un intervento che andrà a migliorare significativamente le condotte del tratto stradale interessato da sempre più frequenti fenomeni di allagamento che si verificano soprattuto in occasione di importanti fenomeni atmosferici", ha detto Niko Cordioli

È scattato martedì mattina il sopralluogo in via Madonnina, a San Giovanni Lupatoto, del presidente di Acque Veronesi Niko Cordioli, il consigliere Paola Briani e il primo cittadino Attilio Gastaldello, presso il cantiere della società consortile che interesserà nei prossimi mesi la zona. 

La rete fognaria del Comune di San Giovanni Lupatoto, che si presenta di tipo misto (che veicola cioè sia le portate nere che le acque meteoriche), ha presentato negli anni periodiche criticità e allagamenti che si sono manifestati in alcune località del paese a causa dell’insufficienza della rete di collettamento. L’area interessata dai lavori, chiamata località Madonnina, è attraversata dall’omonima strada e delimitata da una chiesa nel lato est e da pizza Umberto I° all’estremità opposta. L’intervento in oggetto prevede la realizzazione di un manufatto sfioratore a servizio della rete fognaria mista del Comune. Il centro storico di questa cittadina è stato interessato negli ultimi anni da fenomeni di allagamento che hanno coinvolto in particolare alcune attività commerciali e alberghiere che si affacciano proprio su Via Madonnina e Piazza Umberto I.

“L’opera è stata approvata dall’ATO lo scorso 10 agosto, la consegna ufficiale dei lavori è avvenuta il 12 settembre e il cantiere ha aperto a livello operativo la scorsa settimana – ha commentato Cordioli – Un intervento che andrà a migliorare significativamente le condotte del tratto stradale interessato da sempre più frequenti fenomeni di allagamento che si verificano soprattuto in occasione di importanti fenomeni atmosferici. L’opera prevede la realizzazione di uno scarico di alleggerimento delle portate della condotta di via Madonnina mediante un'altra condotta che trasferirà il 50% circa della sua portata nella fossa Sagramosa (pari a ben 500 litri al secondo). I lavori, dal costo complessivo di circa 200 mila euro, termineranno tra un paio di mesi”.

“Da mesi la nostra amministrazione è in stretto contatto con Acque Veronesi per dare una soluzione definitiva ad un problema che si protrae purtroppo da anni – ha detto il sindaco Gastaldello –. In questo periodo abbiamo svolto diversi incontri con i commercianti per illustrare tutte le azioni svolte dal Comune su questo argomento. Un problema importante e particolarmente sentito dalla collettività lupatotina, la cui soluzione ha richiesto l’apporto di tutti. Ringrazio il presidente Cordioli per la collaborazione mostrata. Da quando mi sono insediato ho sollecitato e incontrato i rappresentanti e i tecnici di Acque Veronesi, trovando sempre da parte della società consortile la massima disponibilità sia sui tempi, che sugli aspetti tecnici”.

Nell’ambito degli interventi previsti nel cantiere la società provvederà inoltre alla realizzazione di opere complementari finalizzate al miglioramento del sistema di captazione delle acque meteoriche di via Madonnina (saranno realizzate delle griglie che agevoleranno lo scolo) e al rifacimento dei marciapiedi dei tratti interessati dai lavori. L’importo di tali lavori sarà di circa 100.000 euro, totalmente finanziati dal Comune di San Giovanni Lupatoto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento