Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca Chievo / Piazza Chievo

"Salviamo Villa Pullè". La raccolta firme trova posto alla sagra del Ceo

La petizione lanciata dal forum Salviamo il Paesaggio di Verona, viene appoggiata dagli esponenti del Movimento 5 Stelle, i quali chiedono che l'immobile resti patrimonio della città

Il Movimento 5 Stelle di Verona appoggia la raccolta firme promossa dal forum Salviamo il Paesaggio di Verona in difesa di villa Pullé. Esponenti e attivisti del M5S affiancheranno i promotori dell’iniziativa con la loro presenza al banchetto di raccolta firme che verrà attivato fino al 12 di questo mese. La petizione si inserisce nella “sagra del Ceo” che si svolge in questi giorni a Chievo.
All’iniziativa parteciperanno anche i deputati M5S Mattia Fantinati (che ha presentato anche un'interrogazione alla Camera dei Depuati in merito alla questione) e Francesca Businarolo oltre al consigliere regionale M5S Manuel Brusco. Ecco l'invito dei pentastellati

APPELLO - Salviamo Villa Pullè: la raccolta firme

Nei giorni 9-10-11-12 Settembre saranno raccolte le firme affinchè villa Pullè, un patrimonio storico unico in città, rimanga almeno in parte disponibile alla comunità di Chievo e di Verona con il suo parco, polmone verde unico in città, riequilibra la cementificazione che avanza: potrebbe rappresentare un punto qualificato per tutto il capoluogo, anche dal punto di vista turistico e culturale.
Comune e INPS vogliono toglierci il parco e probabilmente dare in uso a privati o vendere la villa e chissà quale destinazione d’uso avrà.
Chiediamo che:

  • che il parco rimanga pubblico (pubblica fruizione) atto a ricoprire il ruolo di polmone verde di Verona nord dato che la zona è sotto dotata di spazi;
  • che nel parco essendo un bene comune siano consentite pubbliche manifestazioni da parte di comitati ed associazioni senza l’onere della tassa sull’occupazione di spazio pubblico;
  • che venga mantenuta la recinzione del parco abbassando il muretto per mantenere la visita;
  • che venga apposta apposita cancellata e che il parco venga chiuso di sera come ora;
  • che gli annessi di villa Pullè vengano dedicati a luoghi d’incontro di livello locale circoscrizionale: sale pubbliche per incontri, sale per cosrsi circoscrizionali, ecc;
  • che il corpo principale della villa sia dedicato a funzioni rare come ad esempio sedi universitarie come specificato nel PAQE e che quindi comune e INPS rispettino il piano regionale stralciando altre destinazioni non riconosciute dal piano;

Riteniamo che l’educazione alla bellezza alla storia alla civiltà, anche delle nuove generazioni, possa diventare parte integrante della formazione culturale dei giovani solo se i nostri beni piu cari vengono da loro vissuti ed amati; riteniamo che vivere la bellezza del parco porti salute e benessere a tutti tanto che la zona era stata scelta per queste caratteristiche come sanatorio!
Sottoscrivete questo appello!
La raccolta firme cui hanno già aderito diversi personaggi di spicco del panorama locale e nazionale durerà fino a fine settembre. Si potrà aderire all’appello anche spedendo una mail a salviamoilpaesaggiovr@gmail.com fino al 30 Settembre.
Ci trovate anche su facebook alla pagina Salviamo il Paesaggio Verona. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Salviamo Villa Pullè". La raccolta firme trova posto alla sagra del Ceo

VeronaSera è in caricamento