Ricercato per truffe compiute in provincia, si nascondeva in un'altra casa: arrestato

I carabinieri di Pescantina lo stavano cercando da alcuni giorni, ma alla fine ricerche e appostamenti hanno dato i loro frutti e D. N. B. è stato messo agli arresti domiciliari, come disposto dall'autorità giudiziaria

I carabinieri di Pescantina

Ci sono voluti giorni di ricerche e accertamenti, ma alla fine i carabinieri di Pescantina sono riusciti a rintracciare e ad arrestare D. N. B., torinese classe 1937, residente in paese e pregiudicato, eseguendo così l'ordine di carcerazione emesso dall’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Verona, in merito ad alcune truffe commesse nella provincia scaligera tra il 2004 e il 2010

Nonostante l’età e nonostante fosse formalmente residente a Pescantina, non è stato facile rintracciarlo per i militari, che si sono recati più volte presso la sua abitazione senza mai trovare nessuno. A quel punto, gli uomini dell'Arma hanno avviato una serie di accertamenti e raccolto informazioni inerenti i luoghi solitamente frequentati dall'individuo; fatto ciò hanno quindi iniziato lunghe e accurate ricerche nel territorio procedendo a mirati servizi di osservazione, controllo e pedinamento fino a quando, nel corso di un appostamento, non lo hanno avvistato mentre stava entrando all’interno di un’abitazione.
In quel momento i carabinieri sono prontamente intervenuti ed hanno bloccato il soggetto, dichiarandolo in stato d’arresto. D. N. B., secondo i sospetti dell'Arma, era probabilmente venuto a conoscenza del provvedimento pendente nei suoi confronti e si era spostato in modo silente e repentino in un’altra abitazione, per eludere eventuali ricerche da parte delle forze di polizia e sottrarsi alla cattura. Un'operazione che alla fine non avrebbe comunque dato i frutti sperati, visto che i militari riusciti ad individuarlo. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'uomo è stato quindi condotto in caserma e, al termine di ulteriori accertamenti, è stato condotto agli arresti domiciliari, come disposto dall'autorità giudiziaria. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come si è sviluppato il nuovo focolaio in Veneto che tocca da vicino anche Verona?

  • Nuovo focolaio di Covid-19 nel Vicentino, al confine con Verona e Padova

  • Maltempo atteso a Verona: il Comune invita i cittadini a limitare gli spostamenti

  • Spende 9 mila euro per un depuratore per la casa: «Non serve, l'acqua è già potabile»

  • Inganna parroco della Lessinia per ricattarlo, coppia di 20enni arrestata

  • Coronavirus: tre i nuovi casi positivi in Veneto e due i morti, un decesso è a Verona

Torna su
VeronaSera è in caricamento