Prusst, inaugurato il parco Santa Teresa: è il secondo più grande della città

L'area verde, finanziata dal Ministero delle Infrastrutture per 1 milione 759 mila euro, vanta una superficie di 48mila 800 mq e si inserisce nel rpgetto di riqualificazione di Verona Sud

È stato inaugurato oggi, 7 maggio, dal Sindaco Flavio Tosi e dell’assessore ai Giardini Luigi Pisa il nuovo parco urbano Santa Teresa, realizzato nell’ambito del Prusst di Verona Sud. Presenti anche gli assessori all’Urbanistica Gian Arnaldo Caleffi, alle Attività economiche Marco Ambrosini, al Tempo libero Alberto Bozza, i consiglieri comunali Barbara Tosi e Fabio Segattini, il senatore Paolo Tosato, il presidente della 5ª Circoscrizione Alberto Caliari, il presidente Agsm Fabio Venturi ed il presidente Amia Andrea Miglioranzi.
I lavori, finanziati dal Ministero delle Infrastrutture per un importo di 1 milione 759 mila euro, hanno portato alla realizzazione di un’area verde di 48mila 800 mq complessivi.

Un intervento importante che si inserisce nel progetto di riqualificazione di Verona Sud – ha detto il Sindaco Tosi – e che ha portato alla realizzazione del secondo più grande parco della città, dopo parco San Giacomo. Un’ulteriore risposta positiva al quartiere di Borgo Roma, che era a credito di questo tipo di standard e di servizi, e ora sta diventando un quartiere con una qualità della vita adeguata. La nuova area verde rappresenta il più grande parco realizzato dal 2014 ad oggi in Italia”.

“Il nuovo parco – ha aggiunto Pisa – diviene da oggi un nuovo punto di riferimento importante sia per gli abitanti del quartiere che per tutti i veronesi. Grande attenzione è stata riservata alla selezione delle specie arboree ed arbustive scelte sia per la loro adattabilità alle caratteristiche del terreno e dell’ambiente circostante che per il loro potenziale mitigante nei confronti dell’inquinamento atmosferico. Da rilevare l’ampia area attrezzata con strutture gioco che offre multipiattaforme per il divertimento di bambini dai 3 ai 10 anni”.

L’intervento di realizzazione ha portato alla complessiva piantumazione all’interno del parco di 400 piante d’alto fusto e di 3.900 arbusti a macchia ed isolati, con l’installazione di una settantina di panchine e strutture gioco adatte a diverse fasce d’età. Costruiti inoltre: percorsi pedonali e ciclabili; un campo da beach volley, strutture ginniche e di street workout per l’attività fisica all’aperto di adulti e ragazzi; impianto di illuminazione, con tecnologia a LED basso consumo. Infine, è stato installato un impianto di videosorveglianza, costituito da due telecamere direttamente gestire dalla Centrale operativa della Polizia municipale, e due Hotspot Wi-Fi per la fruizione gratuita della rete internet all’interno del parco.
Nell’ambito dell’intervento di sistemazione dell’area, oltre all’apertura di una nuova strada di collegamento denominata via Ongaro, sono stati ricavati nuovi stalli di parcheggio per oltre 200 posti auto.

DSC_0120-2DSC_0122-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente sul lavoro: operaio 38enne precipita a terra e muore

  • Virus, il vaccino veronese fa sperare: «È ben tollerato e induce risposta immunitaria»

  • Ordinanza Zaia: si può passeggiare al lago o in montagna? Mascherina, multe ai gestori locali

  • Tragico scontro tra auto e camion nella Bassa: morto un trentenne

  • Regalo di Natale dal Governo per chi paga con bancomat e carte: cos'è il "cashback"?

  • Dopo l'abbandono, il piccolo Zeno lascia l'ospedale per andare in affidamento

Torna su
VeronaSera è in caricamento