menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ostello della gioventù. Dopo i residenti, il Comune incontra il Vescovo Zenti

Gli abitanti della zona hanno presentato una petizione di circa 1500 firme contro la chiusura della struttura di Villa Francescatti e ora l'amministrazione comunale si confronterà con la Curia

È in agenda per domani mattina, 19 dicembre, l’incontro tra gli assessori al Patrimonio Edi Maria Neri e alla Cultura Francesca Briani, accompagnati dal presidente del Consiglio comunale Ciro Maschio, e il vescovo Monsignor Zenti sul futuro dell’Ostello della Gioventù, ad oggi ospitato ancora a Villa Francescatti.
Ad annunciarlo è stato proprio l’assessore Neri, a margine dell’incontro avuto con i rappresentanti del Comitato dei residenti a San Giovanni in Valle, che hanno consegnato una petizione di circa 1500 firme contro la chiusura dell’Ostello, prevista per il 31 dicembre.

“Il 21 settembre scorso – spiega l’assessore Neri –, il Consiglio comunale ha votato all’unanimità la mozione che impegna Sindaco e Giunta a confrontarsi con la Curia e le istituzioni private, affinché l’Ostello e le sue progettualità rimangano ‘bene comune’ a servizio della città. Ora i tempi sono maturi perché l’amministrazione riferisca al vescovo la volontà del Consiglio comunale, facendosi anche portatrice delle richieste di residenti, cittadini e simpatizzanti che, da mesi, si muovono perché l’Ostello continui a mantenere l’irrinunciabile funzione sociale che lo caratterizza”.
Il comitato, per voce del presidente Andrea Campolongo, ha ribadito la propria contrarietà alla chiusura dell’Ostello, “centro di aggregazione giovanile riconosciuto a livello internazionale, oltre che tassello fondamentale per una città turistica come Verona”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento