menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ordine e sicurezza pubblica. Sboarina: "Città protetta, vissuta e non blindata"

Il sindaco ha partecipato al vertice insieme all'assessore Polato che ha annunciato un tavolo di coordinamento per contrastare i fenomeni di degrado e microcriminalità

Stabilire i criteri per garantire la sicurezza dei luoghi sensibili della città, che deve però continuare ad essere vissuta; creare un tavolo di coordinamento tra Comune, Prefettura e forze dell'ordine per contrastare fenomeni di degrado e microcriminalità presenti in alcune zone del territorio. Questi, in sintesi, i principali temi all'ordine del giorno del comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica, al quale hanno partecipato il sindaco Federico Sboarina e l'assessore alla sicurezza Daniele Polato.

La città non è blindata - ha affermato il sindaco - e lo dimostrano i concerti e gli spettacoli pressoché quotidiani, le numerose manifestazioni già in programma per le prossime settimane e le migliaia di turisti che visitano la città. Rispetto a piazza Bra, alla luce dei recenti e purtroppo continui episodi di terrorismo, si è fatta una scelta che risponde alle norme antiterrorismo imposte dal governo per la sicurezza dei siti sensibili. E piazza Bra indubbiamente lo è. Ciò non significa chiudere la piazza o non fare più eventi e manifestazioni, bensì utilizzarla secondo una gestione che tenga conto di più elementi: la sicurezza dei cittadini e la scelta di eventi di qualità. Come abbiamo sempre detto, infatti, intendiamo valorizzare altri luoghi, anche nei quartieri, altrettanto belli e prestigiosi per ospitare eventi.

Un'indiretta risposta anche alla polemica dell'ex sindaco Flavio Tosi sulla mancata concessione di piazza Bra per l'organizzazione di eventi. E sul tema del degrado l'assessore Polato ha ricordato gli interventi realizzati dagli agenti della polizia municipale, in risposta alle segnalazioni dei cittadini.

Episodi di bivacchi, spaccio, prostituzione, disturbo della quieta pubblica - ha dichiarato Polato - Per potenziare queste azioni nei prossimi giorni partirà un tavolo di coordinamento tra Comune, Prefettura, forze dell'ordine e i vigili del fuoco, per una sinergia che consenta un controllo del territorio costante e efficace, per far sì che la sicurezza del territorio sia reale ma anche percepita.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento