Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca Centro storico / Piazza Bra

La nuova ordinanza del sindaco Sboarina per «tutelare veronesi e i numerosi visitatori»

Il provvedimento del sindaco di Verona è in vigore da sabato 27 giugno e fino al 4 ottobre

Tornano i turisti e con loro anche chi approfitta delle numerose presenze in città per raccogliere soldi e firme a nome di presunte associazioni e organizzazioni. Nei mercati, lungo le strade del centro o davanti a musei e monumenti, anche in maniera talvolta molesta. Per «tutelare i veronesi, così come i numerosi visitatori che arriveranno anche in occasione della ripresa di grandi eventi e spettacoli», da sabato 27 giugno e fino al 4 ottobre 2020, sono vietate su tutto il territorio comunale le attività di raccolta fondi e le sottoscrizioni fatte in maniera itinerante. Ossia senza autorizzazioni per occupazione di suolo pubblico.

Il sindaco Federico Sboarina ha firmato l'ordinanza che fa divieto di fermare i passanti per chiedere soldi o firme a favore di enti di qualsiasi tipo. Il provvedimento si rende necessario, secondo quanto si legge in una nota di palazzo Barbieri, «proprio per evitare atteggiamenti inopportuni che, spesso, diventano vessatori nei confronti delle persone che passeggiano in città. Ma anche di quelle che si recano in stazione, negli ospedali o tra i banchi dei mercati, diventando un problema legato alla sicurezza pubblica». La violazione dell'ordinanza sindacale prevede sanzioni amministrative fino a 500 euro, oltre alla confisca del denaro raccolto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La nuova ordinanza del sindaco Sboarina per «tutelare veronesi e i numerosi visitatori»

VeronaSera è in caricamento