Cronaca Valverde / Via della Valverde

Nessuna pausa per i servizi sociali, impegnati sul fronte anziani e senzatetto

Sulle pagine del quotidiano L'Arena, l'assessore Anna Leso spiega la situazione sul fronte dell'assistenza cittadina alle persone maggiormente in difficoltà

"Nei nostri 20 centri anziani, molto frequentati, oltre a garantire l'accoglienza in ambienti refrigerati facciamo un servizio di ascolto e prevenzione", così l'assessore Anna Leso sul quotidiano L'Arena, per ribadire ancora una volta che i servizi sociali comunali non si fermeranno neppure a ferragosto, per far fronte all'emergenza caldo che colpisce soprattutto i più anziani, potendo contare anche sulle informazioni inviate dalla Protezione Civile sulle previsioni meteorologiche, così da non farsi cogliere impreparati da eventuali ondate di calore. 
Alle opere di monitoraggio e sensibilizzazione, è stato affiancato anche il progetto Estate-Anziani, che consente ai pensionati di recarsi nelle mense di Casa Serena e Villa Monga: anche alla Croce Verde di Borgo Roma è stato attivato un simile servizio, mentre circa 500 pasti vengono consegnati direttamente a casa di coloro che sono maggiormente in difficoltà. "In questo periodo servono maggiori attenzioni perché aumenta la solitudine e si tratta di persone fragili non solo fisicamente - prosegue l'assessore Leso sulle pagine de L'Arena -. Inoltre in questi mesi aumenta anche la richiesta di accoglienza temporanea nelle case di riposo, per emergenze o per avere un po' di sollievo nell'assistenza ai familiari affetti da demenza. Ne usufruiscono, a rotazione, una cinquantina di anziani: è un modo per dare alle famiglie un po' di respiro, magari durante il periodo di ferie delle badanti". Come riporta il quotidiano veronese, sono 15 i posti a disposizone in diverse strutture, che spesso e volentieri risultano essere occupati.
Su 61 assistenti sociali a disposizione, 52 risultano essere impegnate sul territorio, e insieme alle associazioni di volontariato, operano anche su altri fronti, come quello dei senzatetto. Sono circa un centinaio i clochard che passano le loro notti nei dormitori e metà di loro sono italiani: "D'inverno con l'emergenza freddo, ovviamentet tale numero aumenta. A volte si riesce a togliere qualcuno dalla strada o perlomeno a far trascorre con dignità gli ultimi giorni di vita a persone che hanno fatto della strada la loro casa", afferma sempre l'assessore Leso. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nessuna pausa per i servizi sociali, impegnati sul fronte anziani e senzatetto

VeronaSera è in caricamento