menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bosco Chiesanuova, nuove predazioni dei lupi. Enpa: "Niente allarmismi"

La sezione veronese dell'ente nazionale protezione animali chiede di non alimentare le paure. "Qualunque atto predatorio può essere facilmente evitato con una custodia responsabile"

Non alimentare allarmismi e paure infondate. È quello che chiede la sezione di Verona dell'Enpa (ente nazionale protezione animali) in seguito alle recenti predazioni da parte del lupo in alcuni allevamenti veronesi. In particolare sono due i casi che hanno riacceso la preoccupazione per il lupo in Lessinia, entrambi avvenuti nel territorio comunale di Bosco Chiesanuova. Nelle località di Corbiolo e di Costa (ma prima ancora anche in quella di Vinchi), pare sia stato un lupo a sbranare prima un'asina e poi una manza. La paura è che un gruppo di lupi si sia ormai stabilito in zona è che possa colpire nuovamente, non solo gli animali da allevamento ma anche gli abitanti di queste frazioni.

Il lupo, come qualsiasi altro selvatico, si tiene a debita distanza dall'uomo e dalle sue attività - hanno spiegato dall'Enpa - Se le predazioni avvengono è perché gli animali sono liberi di pascolare ovunque, senza alcuna forma di protezione, di presenza di recinzioni fisse e mobili e persino senza ricovero notturno. Se vi fossero cani da pastore debitamente tenuti e addestrati, si limiterebbero di molto questi incidenti: non si può pensare di lasciare capre, asini, animali da cortile totalmente in balia di loro stessi e poi pretendere che non accada loro nulla. Qualunque atto predatorio può essere facilmente evitato sia con la custodia responsabile, sia con il ricorso ai numerosi metodi ecologici disponibili, gli unici realmente efficaci.

L'associazione scaligera si spinge anche oltre chiedendo di non rimborsare gli allevatori che non si attrezzano adeguatamente per proteggere i propri animali. "Non esiste alcun valido motivo per temere che i lupi - conclude l'Enpa - entrino nei giardini delle case o nelle strade, in pieno giorno, e che possano rappresentare un pericolo".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento