Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca Legnago / Via della Repubblica

Centro islamico di Legnago: stoppata la licenza edilizia alla palestra che lo ospita

L'ex palestra di via della Repubblica in cui ha sede l'associazione Al Wifaq, che l'ha ottenuta in comodato, apparterrebbe una società con sede a Londra e in debito con il Comune di Legnago per il versamento di alcune imposte

L'associazione Al Wifaq ha da tempo l'intenzione di ampliare l'ex palestra di via della Repubblica a Legnago dove ha sede, per trasformare l'edificio in un centro islamico per gli oltre 800 musulmani che vivono nella cittadina veronese. Per fare ciò, la struttura deve ottenere dal Comune il cambio di destinazione d'uso dei locali; solo in questo modo l'ex palestra potrà essere usata regolarmente per attività ricreative, culturali e di culto.

L'Arena segnala un ulteriore ostacolo al progetto. Dai rilevamenti dei tecnici comunali, sarebber emerso che l'ex palestra, lasciata in comodato all'associazione Al Wifaq, apparterrebbe a una società non più attiva e con sede a Londra. Inoltre, questa società risulterebbe in debito con il Comune per il mancato pagamento di alcune imposte, come l'Imu.

Sul quotidiano locale, è direttamente il sindaco di Legnago, Clara Scapin a spiegare la situazione: "Fino a quando non avremo chiarito tale situazione, la procedura per il rilascio del permesso di costruire rimane bloccata, poiché dobbiamo ottenere la documentazione originale da parte dei proprietari dell’immobile, che attualmente risultano per i nostri uffici irreperibili. Gli accertamenti si stanno effettuando in base al principio del giusto procedimento, acquisendo la documentazione originale necessaria per concludere l’iter amministrativo. Tutto ciò nel rispetto della parità di trattamento applicata a tutte le istanze".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centro islamico di Legnago: stoppata la licenza edilizia alla palestra che lo ospita

VeronaSera è in caricamento