Cronaca Legnago / Via della Repubblica

Centro islamico a Legnago: sarà il più grande delle 5 sedi nella Bassa Veronese

La sede dell'associazione culturale Al Wifaq sarà ampliata a partire dall'ottobre 2015. Il centro islamico legnaghese è in una ex palestra tra via Primo Maggio e via Repubblica, presa in affitto da pochi mesi

Mentre il centro islamico di Monteforte soffre per l'obbligo di demolizione degli interventi fatti di recente, a ottobre 2015 prenderà il via il cantiere di ampliamento della sede dell'associazione culturale Al Wifaq di Legnago, ora ospitata in una ex palestra. Il centro islamico si dislocherà su 500 metri e due piani, diventando il più grande dei cinque attivi nella Bassa Veronese. L'edificio si trova all'incrocio tra via Primo Maggio e viale della Repubblica.

Come riporta L'Arena, il centro islamico ospiterà attività di preghiera, di doposcuola ed eventi culturali dell'associazione costituita da oltre 200 famiglie musulmane, proveniente soprattutto dal Marocco. A legnago sono attualmente residenti 800 musulmani e ben presto avranno uno spazio adatto per riunirsi, anche se non sarà realizzata una Moschea.

Badr Stitou, segretario di Al Wifaq, su L'Arena dichiara: "Stiamo preparando tutti i permessi per poter iniziare i lavori entro la fine di ottobre. Orientativamente, i cantieri dureranno un anno. Il centro non sarà una moschea, non trovandosi in una zona classificata dal piano regolatore come F, cioè a servizi. Verranno organizzate molteplici attività, tra cui ci sarà anche la preghiera. Il nostro centro culturale rispetterà tutte prescrizioni, dagli impianti elettrico e termico ai servizi igienici, senza dimenticare le norme antincendio e sulla sicurezza. Sarà un tecnico appositamente incaricato a definire quante persone alla volta potranno frequentare i locali senza incorrere in violazioni". I centri islamici di San Bonifacio e di Monteforte, infatti, hanno riscontrato diversi problemi per quanto riguarda il rispetto delle norme edilizie e di sicurezza.

Continua Stitou su L'Arena: "Il centro servirà ad aggregare le famiglie residenti a Legnago in occasioni particolari, come matrimoni e compleanni. L'allestimento sarà a nostro carico, per questo abbiamo già iniziato a raccogliere le offerte. Ci baseremo sul volontariato, anche se l'intervento verrà affidato ad un'impresa specializzata".

Tra le attività previste, l'insegnamento della lingua e l'aggiornamento degli associati sulle normative italiane, nonchè il servizio di doposcuola per i bambini.

Sempre su L'Arena, Stitou conclude affermando: "Noi vogliamo rispettare le regole, così come chiediamo di poter avere un luogo di ritrovo adeguato, dal momento che siamo circa 800 e tra di noi ci sono persone che vivono in Italia da almeno 10 anni".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centro islamico a Legnago: sarà il più grande delle 5 sedi nella Bassa Veronese

VeronaSera è in caricamento