Cronaca Veronetta / Via Arduino

I Carabinieri arrestano un 30enne marocchino per furto aggravato all'Oviesse

I Militari del NOR hanno tratto in arresto nel pomeriggio di giovedì 28 aprile un cittadino marocchino autore di un furto di capi d'abbigliamento presso il negozio OVS di via Arduino

Il negozio OVS di via Arduino a Verona (ph GoogleMaps)

Nel pomeriggio di giovedì 28 aprile i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Verona, nel transitare su via XX settembre, notavano un giovane marocchino conosciuto per i suoi precedenti penali che camminava a passo svelto tenendo sottobraccio una giacca di pelle che sembrava avvolgere/nascondere qualche cosa di molto gonfio.

Dopo aver deciso di fermarlo per un controllo, e nel bloccare il suo iniziale tentativo di fuga, facevano cadere svariate magliette che erano nascoste nella giacca di pelle. Le magliette, tutte ancora munite di etichetta, erano palesemente nuove e provenienti dal vicino negozio Oviesse di via Arduino, dove i militari si sono recati subito dopo per accertarsi che effettivamente mancassero i suddetti capi di abbigliamento dal punto vendita.

Confermata la fondamentale circostanza, i Carabinieri hanno dunque arrestato il ragazzo, B. A. Omar, classe 87, per furto aggravato. Venerdì mattina durante il rito direttissimo, all’indagato è stata confermata la misura cautelare a cui era sottoposto, per altri fatti, prima di compiere l’ennesimo reato, ovvero l’obbligo di firma.

Da rilevare a livello di cronaca come, per una singolare coincidenza, nel corso della medesima giornata, sempre un cittadino 37enne di origini marocchine, venisse arrestato, questa volta dalle forze di Polizia, sempre per una rapina impropria all'interno di un negozio Oviesse, nella fattispecie quello di via Roma in Centro a Verona.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I Carabinieri arrestano un 30enne marocchino per furto aggravato all'Oviesse

VeronaSera è in caricamento