menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bus low cost sfrattati da viale Cardinale ma il Pd critica la Giunta comunale

Per l'opposizione non si può derubricare il problema a "semplice disagio temporaneo" e chiede che la questione venga affrontata "in modo complessivo", ritenendo quello dei pullman a lunga percorrenza come un mercato in crescita

Dal 1° dicembre non sarà più consentito ai pullman low cost di parcheggiare lungo viale Cardinale, a lato del canale Camuzzoni, per far salire a bordo o per fare scendere i passeggeri. Lo ha deciso nella seduta di venerdì la Giunta comunale. “L'Amministrazione comunale non può farsi carico del degrado e dei problemi alla viabilità causati da questi operatori privati - ha spiegato il Sindaco Flavio Tosi - pertanto verranno invitati a trovare un'area privata da allestire adeguatamente, dove poter effettuare il loro servizio”.

Dal Partito Democratico però arriva la critica del consigliere comunale Stefano Vallani, il quale vede la decisione della Giunta come poco lungimirante, valutando come un mercato in crescita quello dei pullman a lunga percorrenza, presenti nel capoluogo scaligero con più di una compagnia. 

"Non si può pensare di derubricare il tema del trasporto in pullman a lunga percorrenza a semplice disagio temporaneo da risolvere con una decisione di giunta che, a quanto pare, analizza il problema solo dal punto di vista del traffico e del degrado, la questione va affrontata in modo complessivo.
Il trasporto in pullman a lunga percorrenza o trasporto pullman low cost, a dir si voglia, rappresenta un nuovo modo di viaggiare utilizzato da migliaia di persone ogni anno. È facile prevedere che il settore sarà sempre più in crescita anche nei prossimi anni. Pertanto qualsiasi intervento va valutato in prospettiva avvalendosi del contributo di tutti, operatori e tecnici, nell’ambito della Commissione Terza competente in queste questioni. Solo Flixbus, per citare una delle tante compagnie, collega Verona con 30 diverse destinazioni. È perciò fondamentale che si individui un’area dotata dei servizi idonei e dei necessari collegamenti con la rete del trasporto pubblico locale. Con queste compagnie si deve perciò avviare un dialogo chiedendo loro la giusta collaborazione per arrivare a soluzioni condivise che non solo consentano di risolvere una criticità, ma permettano agli utenti di fruire del servizio in condizioni dignitose, evitando, ad esempio, luoghi difficili da raggiungere, completamente sprovvisti di ripari in caso di pioggia e che costringano a sedersi sul marciapiede durante l’attesa. La qualità della nostra città sì misura anche da queste attenzioni verso concittadini e i turisti che si spostano in bus", ha concluso il consigliere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cultura

Gelaterie d’Italia: Gambero Rosso premia la veronese "Terra&Cuore" con Due Coni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    CBD: benefici e controindicazioni

  • Benessere

    Tremolio all’occhio, perché e come evitarlo

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento